fbpx

Reggina: è morto Giuliano Zoratti, allenatore protagonista della promozione del 1995

giuliano zoratti

Anche la Reggina piange Giuliano Zoratti, lo storico allenatore della promozione degli amaranto in Serie B nel 1994-1995

Un lutto ha colpito da poche ore un pezzo di storia della Reggina. Nella notte è infatti deceduto Giuliano Zoratti, che tra qualche giorno avrebbe compiuto 74 anni. Un brutto male che si trascinava da tempo lo ha portato via a moglie e figlia. In casa amaranto il ricordo è dolce perché Zoratti è stato l’allenatore della promozione in Serie B nella stagione 1994-1995, quella con Aglietti trascinatore a suon di gol, proprio lo stesso Aglietti che comincerà quest’anno la sua avventura da tecnico sulla panchina del club dello Stretto.

Anche la Reggina si unisce al cordoglio, attraverso una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale: “Reggina 1914 – si legge – esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Giuliano Zoratti, tecnico dello storico ritorno in Serie B avvenuto nella stagione 94/95. Alla famiglia di mister Zoratti giunga il nostro abbraccio e la nostra profonda vicinanza, in questo difficile momento”.

Tutta la redazione di StrettoWeb si stringe al dolore dei familiari.

Il cordoglio dell’amministrazione comunale per la scomparsa di Giuliano Zoratti

“Lo sport cittadino e in particolare la grande comunità dei tifosi amaranto, piangono la scomparsa di mister Giuliano Zoratti che in questi anni stava combattendo la sua battaglia più difficile contro una terribile malattia“. È quanto affermano in una nota congiunta il sindaco Giuseppe Falcomatà e l’assessora allo Sport del Comune di Reggio Calabria, Giuggi Palmenta, che aggiungono: “Di Zoratti resterà per sempre impresso nella memoria di sportivi e appassionati di calcio della nostra città, il ricordo, indelebile, della bella ed entusiasmante impresa compiuta alla guida della Reggina nella trionfale stagione 1994-1995 poi culminata con la promozione in serie B”:

“Ma soprattutto – proseguono i rappresentanti di Palazzo San Giorgio – l’immagine di una persona perbene, dai modi gentili e capace di vivere le sfide sportive con stile e sobrietà. Un allenatore e uno sportivo d’altri tempi che ci rimanda ad un’ideale di calcio e, più in generale di sport, basato su valori e principi più autentici. A nome nostro, – concludono Falcomatà e Palmenta – dell’amministrazione comunale di Reggio Calabria e dell’intera comunità sportiva cittadina, vogliamo esprimere alla famiglia Zoratti i sentimenti del più sincero e commosso cordoglio”.