fbpx

La parte sana del tifo inglese: il murale di Rashford ripulito dalle scritte offensive e riempito di cuori

Murale Rashford ripulito

Il murale di Marcus Rashford ripulito dalle scritte offensive comparse dopo l’errore dal dischetto contro l’Italia: prima tanti cuori e messaggi positivi, poi l’opera di street art è stata rimessa a nuovo

Al termine della finale di Euro 2021 persa contro l’Italia, i tifosi inglesi hanno dato il peggio di loro stessi. La speranza di vincere il primo Europeo nella storia della Nazionale dei 3 Leoni si è tramutata inizialmente in delusione e poi in rabbia. Rashford, Sancho e Saka, i tre calciatori che hanno sbagliato il proprio penalty, sono stati bersagliati da insulti di ogni genere, anche razzisti, gesti condannati aspramente dal CT Southgare, dalla politica e dal principe William. Alcuni tifosi hanno vandalizzato il murale dedicato a Marcus Rashford in quel di Withington, opera di street art che omaggia il grande impegno sociale del giovane attaccante del Manchester United in favore di bambini, poveri e minoranze. La vernice dell’ignoranza non conosce però buone cause. Non tutti i tifosi inglesi però hanno scelto la strada dell’odio. In molti, una volta che le foto dell’opera vandalizzata sono diventate virali, hanno scelto di coprire le scritte offensive con teli neri ricoperti da cuoricini e messaggi positivi scritti a mano da loro stessi. Poco dopo, l’opera è stata rimessa a nuovo e le scritte offensive sono state cancellate. Il tifo inglese è anche e soprattutto questo.