fbpx

Messina, scarcerato giovane rumeno accusato di maltrattamenti ai danni della fidanzata

martelletto tribunale

Messina: riduzione di pena ed immediata scarcerazione per un ragazzo rumeno, accusato di maltrattamenti in famiglia ai danni della fidanzata

La corte di appello di Messina, accogliendo i motivi di appello proposti dal difensore dell’imputato, ha riformato la sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Messina nei confronti dell’uomo che nonostante la scelta di essere giudicato con le forme del rito abbreviato era stato condannato in primo grado ad una pesante sentenza di anni 2 e mesi 10 di reclusione. La donna, anche lei rumena, che viveva in un contesto degradato e con problemi di dipendenza da alcool, aveva denunciato il compagno per il reato di maltrattamenti nel marzo del 2020. L’uomo, all’epoca dei fatti, era stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Messina, nonostante si trattasse di un incensurato. Ieri la Corte di Appello, rivalutando i fatti, e ritenendo fondate le argomentazioni difensive dell’Avv. Melita Cafarelli, difensore dell’imputato, ha ridotto la pena, concedendo tutte le attenuanti del caso e disposto l’immediata scarcerazione del ragazzo.