fbpx

“Italiano al Museo”: presentazione degli esiti del Progetto del Museo diocesano di Reggio Calabria

Reggio Calabria: avrà luogo venerdì 2 luglio presso il Museo diocesano la presentazione degli esiti del progetto “Italiano al Museo. Dal Pennello alla penna”

Avrà luogo venerdì 2 luglio alle ore 16 presso il Museo diocesano di Reggio Calabria la presentazione degli esiti del progetto “Italiano al Museo. Dal Pennello alla penna”, giunto quest’anno alla sua terza edizione. La proposta didattica che il Museo diocesano rivolge alle scuole del territorio ha suscitato la rinnovata adesione dell’Istituto Comprensivo “De Amicis- Bolani”, che lo ha accolto attraverso le classi II C, II D e II H. Nato dell’idea di avvicinare i giovani all’arte e promuovere i beni culturali presenti sul territorio, “Italiano al museo” è un percorso multidisciplinare che abbraccia tanto la storia dell’arte quanto l’educazione linguistica. Per orientare l’elaborazione delle attività sono state individuate alcune delle otto Competenze Chiave del Quadro di riferimento Europeo (multilinguistica, digitale, personale, sociale e capacità di imparare ad imparare) nonché gli obiettivi didattico-educativi correlati alle discipline di Italiano e Arte e immagine, per strutturare delle attività inclusive che promuovessero il pensiero creativo e l’intelligenza emotiva. L’emergenza sanitaria ha imposto una rimodulazione del format del Progetto, che è stato svolto interamente in Didattica Digitale Integrata, in modalità sincrona e asincrona. Sollecitando le abilità digitali degli alunni che hanno elaborato prodotti originali, “Italiano al Museo” ha offerto nuove sfide e nuove opportunità di crescita, confermandosi, ancora una volta, come un’esperienza culturale, emotiva e spirituale di alto profilo. Ideato dalla dott.ssa Federica Campolo, il Progetto è parte dell’articolata proposta didattica che il Museo diocesano rivolge annualmente alle scuole attraverso i propri Servizi educativi. Nell’anno 2020/2021 esso è stato offerto a titolo gratuito per le famiglie grazie al contributo 8×1000 alla Chiesa Cattolica.