fbpx

Tour de France, il motivo della perquisizione della Gendarmeria nell’hotel della Bahrain Victorious: polizia alla ricerca di sostanze illegali

Bahrain Victorious Sonny Colbrelli Foto Ansa

Blitz notturno della Gendarmeria nell’hotel della Bahrain Victorious, squadra impegnata al Tour de France: la polizia francese cercava sostanze illegali

Nelle ultime ore la tranquillità del Tour de France, che si avvia verso la conclusione nel weekend, è stata interrotta dalla notizia di una perquisizione notturna presso l’albergo della Bahrain Victorius. La Gendarmeria francese ha passato al setaccio le stanze dei ciclisti, compresa quella dell’azzurro Sonny Colbrelli, le camere dello staff e anche il bus della squadra. La polizia ha ottenuto anche i dati riguardanti gli allenamenti dei ciclisti. Una situazione tutto sommato tranquilla, che non ha portato ad alcuna azione successiva ai controlli descritti nelle righe precedenti. Durante la cronaca della 18ª tappa su ‘Eurosport’, il giornalista Luca Gregorio ha letto una nota riguardante le motivazioni dell’ispezione da parte della polizia, fin qui non ancora rese note: la vicenda è legata all’apertura di un’inchiesta preliminare da parte del Tribunale di Marsiglia risalente al 3 luglio scorso. L’accusa per il Team Bahrain sarebbe quella di acquisto, trasporto, detenzione e importazione in Francia di una sostanza o di un metodo vietato ai fini dell’utilizzo sportivo senza prescrizione medica. Sostanze che non dovrebbero essere state riscontrate durante i controlli.