Categoria: EDITORIALINEWSREGGIO CALABRIASPORT

Bovalinese, è tutto finito: il Consiglio Direttivo rassegna le dimissioni. “Stadio degradato, nessuno vuole venire a giocare a causa del terreno di gioco”

Il Consiglio Direttivo della ASD Bovalinese ha comunicato di aver rassegnato le dimissioni, cedendo il titolo sportivo al Comune: il motivo principale è da collegare alle condizioni del “Lollò Cartisano”

Un epilogo annunciato, dopo aver comunicato – circa tre settimane fa – la mancata iscrizione al prossimo campionato (che è però avvenuta): “il Presidente ed i componenti del Consiglio Direttivo della ASD Bovalinese 1911, all’unanimità, sono giunti alla sofferta decisione di rassegnare le dimissioni e consegnare il titolo sportivo all’Amministrazione Comunale”. Inizia così la nota ufficiale del club reggino: finisce l’avventura degli attuali soci e il titolo sportivo passa al Comune in attesa di capire cosa ne sarà del futuro.

I motivi di questa scelta sono da collegare alle condizioni dello stadio: “la decisione – si legge ancora – è maturata dopo la riunione con il Sindaco Maesano e l’assessore Blefari del 3 luglio 2021. L’incontro era stato chiesto dalla società al fine di sollecitare un intervento sul “Lollò Cartisano” in modo da renderlo utilizzabile per la stagione calcistica 2021/2022. Come è noto da più anni la struttura sportiva è in una situazione di assoluto degrado che non consente alcuna attività agonistica: terreno di gioco impraticabile, tribuna inibita, spogliatoi indecenti, illuminazione inesistente, recinzione e cancelli d’ingresso fatiscenti. In questi ultimi anni più volte questa società ha segnalato le criticità dell’impianto. I piccoli interventi tamponi si sono rivelati insufficienti e nulla sono serviti per migliorare la situazione. L’impossibilità di disporre di un’adeguata struttura sportiva non consente lo svolgimento del campionato di Eccellenza e la partecipazione ai campionati giovanili né la pianificazione di qualsivoglia progetto di lungo respiro. A ciò si aggiunga il fatto che molti calciatori si rifiutano di venire a giocare a Bovalino proprio a causa delle condizioni del terreno di gioco che, spesso, è causa di infortuni e affaticamenti muscolari. In tali condizioni continua a rimanere un sogno il potenziamento del settore giovanile al quale la società ha sempre creduto, prova ne è che nella stagione 2019/2020 l’impiego dei tanti under ha permesso alla Bovalinese 1911 di aggiudicarsi il premio “Valorizzazione Giovani”.

Non mancano i riferimenti all’Amministrazione Comunale: “la società per anni, con enormi sacrifici, ha cercato di ovviare alle problematiche descritte resistendo con enorme dispendio di energie spinta solamente dalla passione per il calcio e dall’amore per la ASD Bovalinese che vanta 110 anni di storia. Oggi, il peggiorare delle condizioni di praticabilità del “Lollò Cartisano” e l’impossibilità di poter trovare soluzioni alternative hanno reso inevitabile questa tormentata decisione. Il Sindaco in occasione dell’incontro si era riservato di dare una risposta alle richieste della ASD Bovalinese 1911. Con rammarico constatiamo che, nonostante la disponibilità della dirigenza di disputare il campionato di Eccellenza a condizione che l’impianto venga reso decorosamente utilizzabile, sono trascorsi 15 giorni e nessuna risposta è arrivata da parte dell’Amministrazione Comunale. Pertanto l’amara e sofferta decisione adottata non era più rinviabile. Il direttivo dimissionario, pur rimanendo aperto ad un leale e franco confronto con tutti, lascia dopo aver iscritto la squadra al campionato di Eccellenza per la prossima stagione 2021/22″.