fbpx

Olimpiadi di Tokyo, le coppie di azzurri qualificati nel golf: pesa la rinuncia di Molinari insieme a quella di tanti big

Renato Paratore Foto Ansa

Il golf mondiale cerca un nuovo re alle Olimpiadi di Tokyo: tante le rinunce fra i big, out anche l’azzurro Molinari. Migliozzi-Paratore e Molinaro-Colombotto Rosso le speranze azzurre

Davvero singolare la storia del golf alle Olimpiadi: quella di Tokyo sarà la 4ª apparizione olimpica per gli uomini, la terza per le donne, ma solo la seconda in tempi recenti. Le prime due partecipazioni risalgono al 1900 e al 1904, con la gara femminile che nell’edizione parigina fu clamorosamente disorganizzata: basti pensare che il primo oro olimpico in rosa del golf, l’americana Margaret Abbott, in gara con sua madre Mary Ives, non seppe mai che quello a cui aveva partecipato era un torneo delle Olimpiadi.

Dopo oltre 100 anni di vuoto, il golf è tornato a Rio con il successo di Justin Rose e della coreana Park In-Bee. In Giappone si cerca la consacrazione sullo sullo storico percorso del Kasumigaseki Country Club sul quale si daranno battaglia 120 atleti, 60 uomini e 60 donne (visto il field ridotto rispetto ai tornei tradizionali non sarà previsto il taglio). I big gareggeranno dal 29 luglio al 1 agosto, mentre dal 4 al 7 agosto toccherà alle donne. Il campo gara è uno dei più antichi al mondo: a circa 45 km dal centro città (zona nord-ovest) è stato inaugurato nel 1929, ed è diventato subito uno dei più importanti campi del Giappone, il primo a 36 buche.

Diverse le assenze pesanti fra le quali spicca quella di Tiger Woods, fermato da un brutto incidente automobilistico. Clamorosamente fuori anche i tre protagonisti di Rio: l’inglese Justin Rose (oro), lo svedese Henrik Stenson (argento) e l’americano Matt Kuchar (bronzo). Non saranno della contesa nemmeno Dustin Johnson, Adam Scott, Sergio Garcia, Tyrrell Hatton e Matthew Fitzpatrick. Assenza pesante anche in casa Italia con Chicco Molinari fermato da un problema alla schiena. Convocato al suo posto Renato Paratore insieme a Guido Migliozzi. Al femminile ci saranno Giulia Molinaro, 30enne veneta, che a Rio si classificò al 53° posto e Lucrezia Colombotto Rosso, 25 anni torinese, al debutto olimpico.