Categoria: EDITORIALINEWSSPORT

Salernitana, passata la paura! La Figc dà l’ok al nuovo trust: sfumano le ipotesi di ripescaggio per Benevento e Cosenza

Figc e Covisoc danno l’ok per il nuovo trust presentato dalla Salernitana, il soggetto terzo che si occuperà della cessione della squadra ad un altro acquirente. Il club campano giocherà in Serie A, sfumano le ipotesi di ripescaggio del Benevento (in A) e Cosenza (in B)

La telenovela estiva sul futuro della Salernitana dovrebbe essere finita qui. Il discorso legato alla proprietà del club campano, che non sarebbe potuta restare nelle mani della famiglia di Claudio Lotito che già possiede la Lazio in Serie A (è vietato avere due club nella stessa categoria), aveva generato diversi malumori. Lotito non era riuscito a formalizzare la cessione del club entro la data fissata dalla Figc, o meglio, non aveva ritenuto all’altezza delle sue pretese nessuna delle offerte che gli erano pervenute. Da qui la scelta di affidarsi ad un trust, un soggetto terzo che si occuperà della cessione con più calma (entro 6 mesi), curando intanto l’interesse della società in Serie A. Il primo trust presentato, secondo il parere della Figc, non presentava la necessaria indipendenza dalla precedente proprietà gestita per metà da un’azienda che fa capo al figlio di Lotito e per l’altra metà ad una che fa capo a Marco Mezzzaroma, cognato di Lotito. L’organo che regolamenta il calcio italiano aveva dato una seconda chance alla Salernitana per presentare una nuova documentazione che risolvesse le criticità in questione. Oggi il pronunciamento. La seconda volta è quella buona, il nuovo trust rispetta le condizioni della Figc, la Covisoc ha dato parere positivo sul piano finanziario. La Salernitana potrà dunque giocare il prossimo campionato di Serie A: sfumano dunque le ipotesi di ripescaggio per il Benevento, prima candidata a tornare in Serie A in caso di mancata iscrizione della Salernitana e del Cosenza, di conseguenza, primo club a tornare in Serie B.