fbpx

Caldo estremo, +40°C a Reggio Calabria: è il giorno più rovente dell’anno (per ora…). Città assediata dagli incendi: situazione critica

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Super caldo a Reggio Calabria, raggiunti i +40°C per la prima volta in questa stagione: gli incendi assediano la città in varie zone. Temperature e situazione

Dopo una temperatura minima tropicale di ben +29°C nella notte, a Reggio Calabria la temperatura ha raggiunto i +40°C poco dopo le 12:00 di stamattina ed è rimasta superiore ai +40°C per quasi tre ore, con un picco di +40,3°C intorno alle ore 14:00. E’ il giorno più caldo dell’anno nella città calabrese dello Stretto: anche a giugno e inizio luglio c’erano state due settimane di clima bollente, ma la temperatura in città non aveva mai raggiunto il muro dei quaranta gradi, soltanto sfiorati il 29 giugno quando la temperatura massima era stata di +38,4°C. Era quello il valore più alto dell’anno in città, fino a stamattina. Non è detto, però, che rimanga tale: nei prossimi giorni infatti farà ancora più caldo e la massima odierna potrebbe essere superata già domani e/o dopodomani, Sabato 31 Luglio e Domenica 1 Agosto, quando una bolla di caldo africano ancor più intensa risalirà sull’Italia inglobando tutto il Centro/Sud.

Anche la prossima settimana sarà rovente: soprattutto tra Martedì 3 e Giovedì 5 Agosto avremo altri tre giorni di fuoco con temperature superiori ai +40°C: sarà questo, con ogni probabilità, il periodo più caldo dell’anno, che si concluderà tra 6 e 7 Agosto con una decisa rinfrescata che riporterà la normalità della mite estate Mediterranea.

Oltre ai problemi provocati dal caldo in sè, questo clima sta favorendo il dilagare degli incendi (che però, ricordiamo, sono quasi sempre innescati di proposito da criminali piromani). La città è letteralmente assediata dalle fiamme, soprattutto nella zona Sud dove nonostante l’intervento di un Canadair e di numerose squadre dei Vigili del Fuoco via terra, da ieri non si riesce a domare il rogo che nella notte ha drammaticamente colpito Oliveto e adesso si sta spostando a valle, verso Croce Valanidi, mentre a monte continua a bruciare la campagna di Arcoleo. Un altro rogo sta bruciando le colline tra Gallina e Arangea, e altri piccoli focolai interessano tutto l’hinterland cittadino. La situazione è molto difficile al punto che i Vigili del Fuoco non riescono alle numerosissime richieste che arrivano al centralino.