fbpx

Boom di vacanzieri alle Isole Eolie, traghetti sempre pieni

Foto di Stefano Guerra

Turismo alle Isole Eolie: i pontili galleggianti sono pieni anche con mega yacht, così come le strutture turistiche alberghiere

Le isole Eolie stanno facendo già il boom turistico, i collegamenti marittimi viaggiano quasi sempre pieni. I pontili galleggianti sono pieni anche con mega yacht, cosi’ come le strutture turistiche alberghiere. Trovare un posto letto e’ diventato una impresa. Sul Corso principale c’e’ una vera e propria invasione di vacanzieri. Anche i locali – bar, ristoranti e boutique – lavorano a pieno ritmo. Affollate anche le spiagge. I vaporetti carichi di escursionisti lavorano a pieno regime soprattutto per le isole di Stromboli, Panarea, Vulcano e Lipari. E finalmente l’economia isolana ne trae beneficio. Le previsioni degli operatori turistici ovviamente sono positive per agosto e varianti Covid permettendo anche per settembre e ottobre. Con il green pass prevista anche una invasione di turisti stranieri che comunque hanno ripreso a frequentare l’arcipelago. Soddisfatta la giunta comunale perche’ grazie all’invasione dei vacanzieri saranno rimpinguate le casse con il contributo del ticket per sbarcare di 5 euro. La piaga del momento e’ pero’ quella dei rifiuti. Il servizio “porta a porta” partito a giugno si e’ rivelato un “boomerang”. Lipari e’ piena di rifiuti in centro e in periferia e non e’ un caso che la giunta guidata da Marco Giorgianni sta valutando di rescindere il contratto con la societa’ Loveral di Patti che si e’ aggiudicata l’appalto per sette anni a circa un milione e mezzo di euro per 12 mesi. Complessivamente il costo dei rifiuti nelle sei isole del Comune di Lipari e’ di circa 7 milioni di euro l’anno tra ditte che dovrebbero spazzare e smaltire, trasporto con camion con l’ Eolian Service di Canneto e dei fratelli Sacca’ di Barcellona, la discarica di Catania affidata alla Sicula Trasporti e alla Green Fleet di Messina che li trasporta con traghetto”.