fbpx

“Bonucci e Chiellini mafiosi, partecipano ai funerali delle vittime”, l’articolo shock dalla Spagna che associa Italia e malavita

Bonucci e Chiellini Foto di Simone Arveda / Ansa

Bonucci e Chiellini descritti come mafiosi, Totò Schillaci ricordato per una frase infelice: ‘El Mundo’ riporta l’immagine di un’Italia malavitosa a poche ore dalla gara contro la Spagna

L’Italia di sempre“. Quale? Quella mafiosa. Un titolo di giornale che lascia spazio a poche interpretazione, una spiegazione all’interno del testo che spazza via ogni dubbio. Imbarazzante il modo in cui ‘El Mundo’ parla dell’Italia in vista della semifinale di Euro 2021 che vede gli azzurri opposti alla Spagna. Il mirino (per restare in tema), viene posto su Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci, la solida coppia di centrali azzurri paragonata a due sicari della mafia. Avete letto bene. Si tratta di : “due ragazzi in giacca e cravatta, rasati male e con le palpebre cadenti, che ti piantano le mani sul petto in un ristorante vuoto con le tovaglie a quadretti. Così da non far avvicinare nessuno a Donnarumma, o al tipo con il garofano all’occhiello che mangia da solo un piatto di spaghetti“. Donnarumma è idealmente il boss? Un po’ giovane, ma con la fantasia dell’autore potrebbe anche diventarlo. Tornando ai centrali della Juventus: “non sono tipi abituati a vincere le partite. Sono ragazzi abituati a partecipare a funerali di vittime di crimini commessi da loro stessi per porgere le condoglianze. Che Dio ci accolga da confessati“.

E c’è spazio anche per Totò Schillaci. Il bomber siciliano, eroe delle Notti Magiche di Italia 90, è stato citato per il clamoroso “ti faccio sparare” urlato ad un avversario. L’episodio risale all’11 novembre 1990, un combattuto Bologna-Juventus nel quale i bianconeri riuscirono a spuntarla a fatica: dopo essersele date di santa ragione in campo, la tensione fra Schillaci e il mediano Poli è sfociata in un battibecco negli spogliatoi con la clamorosa fare. El Mundo la ricorda sottolineando come la prima cosa fatta dall’attaccante palermitano, una volta appesi gli scarpini al chiodo, sia stata quella di recitare in una fiction nel ruolo di un mafioso…