fbpx

Tour de France, straordinaria prima volta nell’11ª tappa: Mont Ventoux da scalare 2 volte, Nibali sogna sulle orme di Pantani

tour de france 11 tappa mont ventoux

Mont Ventoux grande protagonista dell’11ª tappa del Tour de France: il ‘Gigante della Provenza’ verrà scalato due volte, da due versanti diversi. Una prima volta storica nella quale Vincenzo Nibali vuole essere protagonista

Recuperate le energie con il giorno di riposo di lunedì, ripresa ‘confidenza’ con la corsa nella 10ª tappa del martedì, i ciclisti si approcciano a un’11ª tappa del Tour de France da non perdere. Nella frazione Sorgues-Malaucene, lunga 198.9 km, sono distribuiti ben 5 GPM fra i quali il mitico Mont Ventoux. Gli organizzatori della corsa francese hanno voluto fare le cose in grande nell’edizione 2021 rendendo il ‘Gigante della Provenza’ protagonista indiscusso della tappa non una, ma ben due volte!

Per la prima volta nella storia infatti, il Mont Ventoux verrà scalato per due volte, da due versanti differenti: la prima salita verrà effettuata sul versante di Sault (22 km al 5.1 % di pendenza media); la seconda, più impegnativa, dal Bedoin (15.7 km all’8.8% di pendenza media). Il ‘Monte Calvo’ riporta alla mente dolci ricordi per i tifosi italiani con le vittorie di Eros Poli nel 1994 e soprattutto quella dell’indimenticabile Marco Pantani nel 2000. Proprio sulle orme del ‘Pirata’ proverà a dare spettacolo Vincenzo Nibali che non ha fatto mistero di aver puntato la doppia scalata al Mont Ventoux per mettersi in mostra: il ciclista siciliano vuole lasciare il segno sul Tour prima del ritiro in vista di Tokyo 2021 e potrà farlo tanto per le sue abilità in salita quanto per quelle in discesa, in particolare nei 20 km da percorrere in picchiata, su un percorso arduo e tecnico, che porta al traguardo di Malaucene. Italia che spera anche in Mattia Cattaneo vicinissimo alla top 10 e chissà, magari anche a qualcosa di più.