fbpx

Clamoroso arresto al Roland Garros: Yana Sizikova finisce in manette con l’accusa di match fixing

Yana Sizikova

La tennista Yana Sizikova arrestata durante il Roland Garros: la giovane russa accusata di aver truccato l’esito di alcuni match

Un episodio a dir poco clamoroso scuote il Roland Garros: una tennista è stata arrestata nel bel mezzo del torneo! Si tratta di Yana Sizikova, 26enne russa, finita in manette appena uscita dalla sala massaggi dopo la gara di doppio persa con Ekaterina Aleksandrova contro Tomljanovic e Sanders. La tennista è stata accusata di match fixing, ovvero aver aggiustato a tavolino l’esito di alcuni match per favorire scommesse illegali. Secondo il quotidiano tedesco “Die Welt”, la Sizikova sarebbe coinvolta in un’indagine aperta lo lo scorso ottobre dalla procura di Parigi per “frodi tra bande organizzate” e per “corruzione sportiva attiva e passiva”.

I primi sospetti sono nati infatti ad ottobre, data in cui nel 2020, a causa dell’emergenza Covid, si è svolto il Roland Garros. Venne registrato un insolito flusso di scommesse da decine di migliaia di euro intorno alla sfida persa (7-6 / 6-4) da Sizikova-Brengle (non coinvolta) contro il duo romeno Mitu-Tig. Nel quinto game del 2° set, la russo commise due doppi falli e sbagliò un punto abbastanza facile.