fbpx

Reggio Calabria: iniziative per la vaccinazione anche nelle realtà della provincia caratterizzate da maggiori difficoltà nei collegamenti

/

Reggio Calabria: iniziative volte ad assicurare la somministrazione dei vaccini anche nelle realtà della provincia caratterizzate da maggiori difficoltà nei collegamenti. Riunione in Prefettura per organizzare il tutto

Sulla base degli elementi emersi nel corso degli incontri periodici svolti in Prefettura di Reggio Calabria per il monitoraggio dell’attività di contrasto alla diffusione del virus Covid-19, coordinati dal Prefetto Massimo Mariani, con la partecipazione dei primi cittadini rappresentanti delle Associazioni di Comuni delle diverse Aree territoriali, dei Commissari Straordinari dell’Azienda Sanitaria Provinciale – dott. Gianluigi Scaffidi – e del Grande Ospedale Metropolitano – ing. Iole Fantozzi – e, da ultimo, del Gen. Saverio Pirro, Capo Ufficio Coordinamento Territoriale per la Struttura del Commissario Straordinario per l’emergenza Covid-19, sono state avviate iniziative volte ad assicurare la somministrazione dei vaccini anche nelle realtà della provincia caratterizzate da maggiori difficoltà nei collegamenti. La prima tappa di questo programma di interventi di prossimità si è svolta oggi presso i locali del Poliambulatorio del Comune di San Roberto, dove due dei sette team vaccinali mobili del Ministero della Difesa attualmente dislocati sul territorio provinciale , coordinati dal T.C. Medico Gaetano Luigi Nappi, hanno dato inizio all’attività vaccinale a favore di parte della popolazione di alcuni Comuni dell’Aspromonte. Le categorie vaccinate sono state le seguenti: over 60; studenti impegnati negli esami di terza media ed in quelli di maturità; care-giver; conviventi over 40 di soggetti fragili; esercenti. Sono state effettuate n. 108 (centootto) prime dosi vaccinali con tipologia di vaccino Pfizer-BioNTech, e non si sono registrate complicanze a breve termine. Hanno partecipato all’attività, oltre ai due team vaccinali della Difesa (composti da due Ufficiali Medici, quattro Sottufficiali Infermieri, due Graduati conduttori delle due ambulanze dell’Esercito Italiano), i Carabinieri della Stazione di San Roberto e Carabinieri di supporto appartenenti alla Compagnia di Villa S. Giovanni, personale del Comune di San Roberto, dell’AVIS, della Croce Rossa Italiana. Nei prossimi giorni gli interventi interesseranno anche altri centri dell’Aspromonte, quali Fiumara, Laganadi, Sant’Alessio, Santo Stefano, mentre sono in corso di programmazione gli ulteriori sviluppi dell’iniziativa.