fbpx

Reggio Calabria: lunedì la conclusione del progetto “FSE – PON – contrasto al fallimento formativo precoce e di povertà educativa”

murale istituto comprensivo g. moscato gallina reggio calabria Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Si concluderà lunedì 7 Giugno, alle ore 19:30, presso il salone della Scuola Secondaria di primo grado Asprea dell’I.C. G. Moscato di Reggio Calabria, il progetto FSE – PON – contrasto al fallimento formativo precoce e di povertà educativa “Simpaticamente insieme: Studenti artefici del proprio apprendimento”, modulo: SI FA musica…. in coro!

Si concluderà lunedì 7 Giugno p.v., alle ore 19:30, presso il salone della Scuola Secondaria di primo grado Asprea dell’I.C. G. Moscato (Gallina-R.C.), il progetto FSE – PON – contrasto al fallimento formativo precoce e di povertà educativa “Simpaticamente insieme: Studenti artefici del proprio apprendimento”, modulo: SI FA musica…. in coro! Finalmente in presenza dei ragazzi e delle rispettive famiglie, nel rigoroso rispetto delle limitazioni dovute all’emergenza sanitaria, si assisterà alla conclusione di un progetto PON, rimarcando il valore intrinseco della scuola, agenzia educativa dal peso non indifferente per le giovani generazioni. Continuando a lottare, in tempo di pandemia, la Scuola ha portato avanti la sua mission, proponendosi con determinazione come punto di riferimento per l’intero territorio nazionale e nello specifico lo ha fatto all’interno del contesto gallinese. L’appuntamento di lunedì 7 Giugno 2021 prevederà un viaggio tra gli antichi borghi della nostra vallata, attraverso l’attività progettuale dei ragazzi della scuola secondaria Asprea sotto la sapiente guida della docente Iaria Maria.

Concluderà la nostra immersione tra la dinamicità e l’entusiasmo dei piccoli uomini del domani, il modulo PON “SI FA musica…. in coro!”, con protagonisti un gruppo di alunni della scuola secondaria di primo grado “Asprea” dell’I.C. “G Moscato”, diretti abilmente dall’esperto del modulo, maestro e prof. Mimmo Malara, supportato dal tutor dott.ssa Giusi Moscato, primo collaboratore del dirigente scolastico Avv. Lucia Zavettieri. Un laboratorio alla scoperta delle tradizioni musicali, animato dal desiderio di mettere a disposizione dei ragazzi materiale significativo ed autentico, spesso poco conosciuto, come quello della musica popolare appartenente alla tradizione italiana. Il sentimento umano vibra di emozioni forti e la musica è lo strumento che le sprigiona, sintetizzando, senza perderne d’efficacia, l’essere pensante e l’essere in quanto tale. Credenze, valori e costumi di un popolo in cui la tradizione cantata si è sempre intrecciata con il quotidiano, si fondano in quest’attività progettuale, portata vanti con entusiasmo dai ragazzi, entrando in simbiosi perfetta con l’inclusione e l’integrazione tra le giovani generazioni e tra le grandi. Saranno dei canti tradizionali del nostro Paese, a permetterci di ripercorrere in lungo e in largo l’Italia, raccontata dai ragazzi con un focus a livello regionale. Non si muore nella storia ma si vive sempre nella memoria, quella memoria talvolta sopita che merita stimoli importanti per essere alimentata, riportata agli occhi e vissuta nuovamente con saggezza. Questo è stato l’obiettivo dei ragazzi, ovvero quell’idea ambiziosa di riportare alle orecchie il ricco patrimonio musicale dei canti popolari, un patrimonio intriso di saggezza e profonda semplicità. Saranno presenti all’evento il vice sindaco della città metropolitana di R.C. avv. Armando Neri, i consiglieri comunali Demetrio Marino e Antonino Maiolino, il comandante della stazione dei carabinieri di Gallina Maresciallo Maggiore Antonio Ignazio Raffa, il parroco don Domenico Morabito, il prof. Luigi Marino, i dirigenti scolastici prof.ssa Anna Teresa Currà dell’I.C. San Sperato- Cardeto e il dott. Francesco Praticò del Liceo Scienze Umane – indirizzo musicale – “T. Gulli”.