fbpx

Ex Reggina, Lafferty e il Kilmarnock si lasciano male: botta e risposta al veleno, “ci ha chiesto uno stipendio quattro volte maggiore”

conferenza Lafferty Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Ex Reggina, Kyle Lafferty e il Kilmarnock si lasciano e non è un lieto fine: botta risposta al veleno tra il giocatore e il club

Kyle Lafferty a Reggio Calabria non ha lasciato un gran ricordo. Arrivato alla Reggina la scorsa estate come colpo importante dall’estero del presidente Gallo dopo Menez, ha giocato pochissimo – per via di scarso ambientamento, partite con la Nazionale, un grave lutto e non solo – segnando una rete. A gennaio scorso ha rescisso il suo contratto passando al Kilmarnock, in Scozia, dove in pochi mesi ha segnato 13 reti in 13 partite ed è entrato nel cuore dei tifosi.

Una storia bella, ma breve. L’avventura del nordirlandese con la compagine scozzese, infatti, è già terminata. E non è stato proprio un lieto fine. Il calciatore, in un’intervista al Daily Record, ha dichiarato che avrebbe voluto proseguire con la stessa maglia ma che non gli è stato dato il tempo per decidere cosa fare dopo la proposta del nuovo contratto, accusando così il Kilmarnock di non voler rinnovare. Parole che al club non sono andate giù, come dimostra il comunicato ufficiale della stessa società in risposta alle accuse.

“Il club non ha l’abitudine di rilasciare dichiarazioni pubbliche su questioni relative ai contratti dei giocatori – si legge nella nota – preferendo invece condurre i nostri affari in privato, tuttavia i commenti di Kyle al giornale ci impongono di chiarire la nostra posizione. Dopo la conclusione dei play off contro il Dundee, abbiamo avviato trattative con i giocatori che volevamo trattenere per la stagione 2021/22, tra cui Kyle. Abbiamo ricevuto dai suoi rappresentanti una cifra quattro volte superiori alla somma percepita la scorsa stagione. A questo punto, abbiamo informato Kyle e i suoi rappresentanti che non c’era possibilità di accettare quei termini, che avrebbero avuto un impatto monumentale sul budget della prima squadra assegnato per la stagione. Dopo ulteriori discussioni ed entrambe le parti rimaste a miglia di distanza, era chiaro che nessun accordo poteva essere raggiunto e, al fine di continuare la nostra pianificazione per il 2021/22, i colloqui sono stati portati a termine. Kyle ha detto al giornale: ‘che i contratti sono stati offerti ai singoli e hanno avuto poche ore per prendere una decisione’. Questo semplicemente non è vero”.