fbpx

Reggina, ecco la firma ufficiale: il Sant’Agata sarà amaranto per 19 anni. Gallo: “Farò investimenti futuri, è solo l’inizio” [FOTO]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Giornata importante, si potrebbe dire storica, per la Reggina e Reggio Calabria. Poco fa è stata infatti firmata la convenzione tra la città metropolitana e il club amaranto per la concessione per 19 anni del centro sportivo Sant’Agata alla società presieduta da Luca Gallo. Alla presenza proprio del numero uno della Reggina e del Sindaco Giuseppe Falcomatà, nella sala “Monsignor Ferro” di Palazzo Alvaro, si è firmato l’atto che garantirà al club dello Stretto di proseguire nella serie di investimenti già cominciati da qualche anno nella casa della società.

“Oggi si è voluto dare un segno, con questa firma, nella sinergia che c’è tra la città e la Reggina – ha esordito in conferenza stampa il Sindaco Falcomatà – E’ una convenzione importante, di 19 anni, e sarà previsto un canone. Molte cose non sarebbero state realizzate se non ci fosse stato il presidente, questa non è cosa da dare per scontata. Ci sono stati, ci sono ora e ci saranno, per volere di Gallo, investimenti importanti per questa città, che potranno farla crescere dal punto di vista anche occupazionale. E’ significativo che questo sia fatto da una persona che oggi è cittadino onorario reggino, ma non è nato a Reggio e non ha origini reggine e che qui ha trovato la sua dimensione. Questo a differenza invece di chi qui c’è nato ma non ha voluto e non vuole investire nel territorio di appartenenza”.

Alle parole del primo cittadino di Reggio Calabria sono poi seguite quelle del presidente Gallo: “A nome mio e della Reggina – dice il numero uno amaranto – ringrazio per questa concessione così lunga. 20 anni sono tanti considerando la mia età. L’importanza del Sant’Agata, per il club, è basilare. E’ la casa della Reggina. Io spero che con gli anni, puntando molto sul settore giovanile, si possa riuscire ad avere anche dei giocatori che possano essere importanti per il club. Spero, al di là di questo, che i ragazzi che frequenteranno il Sant’Agata lo faranno come scuola di vita. Ci saranno degli investimenti futuri che farò sul centro sportivo per renderlo più grande e più bello. Sarà solo l’inizio per quello che ho in testa. Chiaramente questo dev’essere foriero dei risultati sportivi, sennò sarà tutto più difficile. Mi auguro che cambino le cose con questa pandemia, che il Sant’Agata possa tornare ad essere ospitale per i tifosi”.

Il Sant’Agata alla Reggina, Falcomatà: “Da oggi si può continuare programmazione sul centro sportivo” [VIDEO]

Reggina, Gallo: “Aglietti persona giusta, ora parleremo di mercato” [VIDEO]

Presto il Granillo come il Sant’Agata, Gallo: “Siamo a metà strada. Penso a uno stadio amaranto, il Reggina Stadium”

Reggina, ritiro al Sant’Agata? Gallo precisa: “Dobbiamo decidere con Aglietti, nessun problema economico se sarà fuori Reggio”