fbpx

Quanto guadagna chi vince Euro 2021? Dalla singola partita al successo finale: in palio una cifra record

Trofeo Euro 2021 Foto di Remko De Waal / Ansa

Non solo un posto nella storia per chi vincerà Euro 2021, anche un bel gruzzoletto nelle casse federali: ecco tutti i guadagni dell’Europeo

L’attesa è finita, Euro 2021 è finalmente iniziato! Le migliori squadre d’Europa si affronteranno per circa un mese puntando a vincere il trofeo più importante del vecchio Continente. Non solo la gloria sportiva e un posto nella storia del calcio, vincere l’Europeo porta in dote anche una cascata di milioni nelle casse federali. Secondo ‘La Gazzetta dello Sport’, l’UEFA ha stanziato 331 milioni da distribuire fra le varie squadre, la cifra più alta di sempre ma comunque inferiore, a causa dell’emergenza Covid, ai 371 milioni previsti.

Di seguito le cifre stanziate dal 1996 ad oggi:

  • Inghilterra 1996 – 51 milioni di euro
  • Belgio-Olanda 2000 – 76 milioni di euro
  • Portogallo 2004 – 130 milioni di euro
  • Austria-Svizzera 2008 – 184 milioni di euro
  • Polonia-Ucraina 2012 – 196 milioni di euro
  • Francia 2016 – 301 milioni di euro
  • Euro 2021 – 331 milioni di euro

Dal 1996 a oggi l’Italia ha incassato in totale 71 milioni (qualificazione 2021 compresa). Le uniche nazionali a guadagnare più degli azzurri sono state: Portogallo (85,7), Spagna (80,7), Germania (78,2) e Francia (74,6). Prima del 1996 non c’erano premi: l’Europeo fatturava infatti cifre minime, circa 6,9 milioni di franchi svizzeri nel 1988 e 28,3 milioni nel 1992.

Dalla singola partita dei gironi alla vittoria finale: i guadagni di Euro 2021

La squadra che vincerà l’Europeo si porterà a casa un minimo di 26.5 milioni e un massimo di 28.5. Si parte da un minimo assicurato ad ogni squadra qualificata, successivamente più si vince e più si guadagna. Ogni vittoria nei gironi assicura 1 milione, ogni pareggio mezzo milione. Il passaggio agli ottavi vale 1.5 milioni, nei quarti 2.5 milioni, in semifinale 4 milioni. Giocare la finale frutta 5 milioni, vincerla 3. Un guadagno andrà anche ai club a titoli di “partecipazione agli utili”, in base al periodo in cui saranno impegnati i loro giocatori: circa 200 milioni da dividere tra i 624 convocati.