fbpx

Italia, partenza col botto: Mancini e Immobile dedicano la vittoria ai tifosi, svelato un aneddoto su Lino Banfi

turchia-italia euro 2021 Foto di Alberto Lingria / Ansa

Le interviste a Mancini, Immobile e Insigne al termine del match Italia-Turchia

“Abbiamo fatto una buona partita, anche se nel primo tempo non siamo riusciti a segnare. Loro erano una buona squadra, non era facile. Il pubblico ci ha aiutato molto, è stato decisivo. Era importante iniziare bene, una soddisfazione cominciare così per tutti gli italiani”. Così il c.t. Roberto Mancini ha commentato la vittoria dell’Italia per 3-0 contro la Turchia. Il primo tempo gli Azzurri non sono riusciti ad abbattere la difesa avversaria, che poi è crollata nella ripresa sotto i colpi di Ciro Immobile & Co. Proprio l’attaccante della Lazio ha espresso il suo pensiero al termine del match: “è la serata perfetta, abbiamo fatto il nostro dovere. Finalmente rivedere gioire i tifosi allo stadio, dedichiamo il successo agli italiani che sta ancora lottando contro questo maledetto virus. Abbiamo avuto la pazienza giusta, la Turchia è una squadra forte. Sapevamo non sarebbe stata una passeggiata, sui cross ad esempio non siamo molto forti e spesso abbiamo sbattuto contro il loro muro. Nel secondo tempo ci sono stati più spazi e siamo riusciti a trovare la via del gol. Esultanza? Ieri mi ha scritto Lino Banfi, a me ed Insigne ci chiedeva di dire: “porca puttena” (ride, ndr). Dedico il gol ai miei figli e mia moglie, segnare è stato emozionante”. A margine dell’incontro ha rilasciato un’intervista anche Lorenzo Insigne, che ha affermato: “è stato molto emozionante essendo l’esordio in casa, il primo tempo non è andato al meglio, ma nella ripresa abbiamo lasciato alle spalle la paura. Il gruppo è la forza di questa Italia, non ci sono titolari. Ci mettiamo sempre a disposizione l’uno per l’altro”.

“Mamma l’italiani!”, esordio perfetto per l’Italia a Euro 2021: 0-3 alla Turchia, spettacolo azzurro!

Turchia-Italia 0-3, le pagelle di StrettoWeb: loro Ottomani, noi sull’Ottovolante. Berardi ringrazia Demiral: tutti top