fbpx

Elezioni Regionali in Calabria, de Magistris: “è una medaglia essere chiamato fallito da Salvini. Pd? Non farò parte di uno schieramento di centro sinistra”

Luigi de Magistris Foto di Ciro Fusco / Ansa

L’ex pm spiega: “la vergogna della politica calabrese è il commissariamento della sanità, da quando ero magistrato a oggi non è cambiato niente”

“Salvini mi ha chiamato sindaco fallito? Detto da lui è una medaglia. La Lega ha paura di questa mia candidatura, temono che spazzi via l’inconcludenza e i danni che sta facendo Spirlì che governa la Calabria in maniera indegna. Salvini qui perderà alle urne”. Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris così a “The Breakfast Club” su Radio Capital risponde alle critiche di Matteo Salvini che in Calabria ha attaccato il sindaco per la sua candidatura a presidente della Regione. “Mi candido in una terra bella e complessa. Conosco bene la Calabria, più di quelli che mi denigrano chiamandomi straniero – continua de Magistris – . Sono stati i calabresi a chiedermi di candidarmi. Ma non parteciperò alle primarie del Pd. Non faccio parte di nessun schieramento di centro sinistra”. E sulla situazione della sanità regionale, l’ex pm spiega: “la vergogna della politica calabrese è il commissariamento della sanità, da quando ero magistrato a oggi non è cambiato niente. I calabresi con la sanità commissariata pagano più tasse per un servizio indecente: dagli ospedali chiusi, ai pronto soccorso che non garantiscono i servizi essenziali fino alla criminalità organizzata infiltrata. Davvero una pagina indecorosa”.