fbpx

Non solo la Reggina, anche Bandecchi (Ternana) lancia frecciate a Nicolas: “Dobbiamo fare una squadra, non un bancomat”

stefano bandecchi ternana

Anche il presidente della Ternana Stefano Bandecchi ha lanciato frecciate all’ormai ex portiere della Reggina Nicolas, pronto ad accasarsi al Pisa

La Reggina ha deciso di non aspettarlo più, bloccando ogni possibile margine per la trattativa di rinnovo. Mentre la Ternana, che sembrava essere la sua prossima destinazione, se l’è fatto sfuggire. Ora, Nicolas, è molto vicino al Pisa. Ma così come il club amaranto, a cui non sono andati giù i contorni della vicenda – a tal punto da animare la giornata di ieri con continui botta e risposta tra il ds Taibi e il procuratore del portiere – anche il presidente dei rossoverdi Stefano Bandecchi ha lanciato frecciate al brasiliano.

Il numero uno delle fere, che interagisce coi tifosi grazie al profilo personale Instagram, ha risposto ad un utente in maniera abbastanza chiara: “Pres mi raccomando da na svegliata a Leone che Nicolas ce lo siamo fatto soffiare come dei polli… Ora che non succeda lo stesso con Kastanos, Ghiringhelli &co”, ha scritto un tifoso commentando un post dell’imprenditore. Quest’ultimo, in modo netto e inequivocabile, ha replicato: Noi dobbiamo fare una squadra non un bancomat per bambini viziati e chiunque non possa garantire la vittoria assoluta e certa deve ricordarsi che morto un papa se ne fa un altro. Anche nell’anno passato dovevamo arrivare sesti solo perché gli altri avevano i migliori, poi abbiamo scoperto che il migliore stava nel nostro spogliatoio. In ultimo ricordo che l’Inter ha vinto mandando via i grandi campioni che rovinavano lo spogliatoio e prendendo gente che in altre squadre stava in panchina. In sintesi vince chi arriva primo con buona pace di chi nonostante i fenomeni non si ricorda che si gioca in undici e noi addirittura in venticinque. Buona giornata a tutti”.