fbpx

Cantarella e Stelitano successi in rosa a Reggio Calabria al meeting regionale organizzato dall’Atletica Barbas

Atletica

Monia Cantarella e Vanessa Stelitano ottengono importanti risultati al meeting regionale al campo Coni di Reggio Calabria

Monia Cantarella e Vanessa Stelitano, due campionesse d’assalto di generazioni diverse, illuminano con le loro performance il meeting regionale in pista organizzato sabato 6 giugno u.s. a Reggio Calabria dall’Atletica Barbas. Il campo CONI “A. Penna”, seppur malconcio, restituisce ancora una volta risultati di assoluto prestigio, a testimonianza che l’atletica calabrese soffre ma non molla. La lanciatrice reggina, allieva del Prof. Mimmo Pizzimenti, in forza al CUS Perugia spara il peso a 16,61m, miglior misura personale di sempre, e seconda in graduatoria nazionale a soli 38cm dalla pluridecorata Chiara Rosa (16,99m in questa stagione), mentre la piccola e talentuosa Vanessa Stelitano (Atletica Olympus) classe 2008, a distanza di una settimana stabilisce, dopo quello dei 600m ragazze, il nuovo primato regionale dei 300m in 44”58, distanziando la compagna di squadra Eleonora Castello (49”99), e Yasmine Barkoumi (Atletica Sciuto), terza con 54”58.

Nel martello si esalta lo junior Davide Pio Franco (Atletica Olympus), che scaglia l’attrezzo a 63,96m, assestandosi saldamente nella top ten italiana di categoria, come il compagno di allenamenti Alessandro Raneri (Cus Palermo), alle sue spalle, che si conferma ancora una volta sopra i 60m (61,20m), e Demetrio Zuccalà (Atletica Barbas) terzo, che si migliora fino a 40,59m. Riscontri positivi sempre dal settore lanci, con Riccardo Ferrara (C.S. Carabinieri) 51,64m nel disco under 23, Vitaliano Rappoccio (Atletica Olympus) 42,79m tra gli allievi (52,18m nel martello), e John Barbarello (Atletica Barbas), che chiude la prova del giavellotto con 51,27m. Nelle corse veloci vittorie di Francesco Pio Marciano (Atletica Barbas) nei 100m maschili in 12”61, e di Giovanni Barletta (Cus Palermo) in 23”15 sui 200m, davanti a Danilo Morabito (Atletica Olympus) in 25”26, e Demetrio Battaglia (Amatori Reggio Calabria) 30”28, podio al femminile per Miriam Scinardo (Fiamma Catanzaro), prima con 28”03, sulla compagna di squadra Anna Caroleo (30”11) e sulla SF45 Teresa Latella (Podistica Messina) terza in 31’’13.

Negli 800m si impone Florentin Pruteanu (Atletica Sciuto) 2’01”46, ai danni di Antonino Leonello (Atletica Barbas) 2’04”17, mentre nei 5000m il leader è ancora Pasquale Praticò (Cosenza K42) 16’30”53, vittorioso con ampio margine su Davide Cucinotta (Podistica Messina) 17’12”03 e Antonio Schipilliti (Atletica Barbas) 17’40”04. Nei 400hs Valentina Rigolino (Atletica Olympus) ottiene il crono di 1’11”27, nel giavellotto Chiara Francesca Stillittano (Atletica Barbas) realizza la misura di 24,68m.

In ambito giovanile spiccano le vittorie sui 300m cadetti di Daniele Gentile (Atletica Barbas) in 39”28, con il compagno di team Giuseppe Musarella secondo in 42”66, di Sebastiano Zuccalà (Atletica Barbas) che ottiene la misura di 10,84m nel triplo e di 36,92m nel giavellotto, il martello e appannaggio della coppia targata Olympus formata da Marco Caccamo (26,89m) e Salvatore Toscano (22,86m). Confronto avvincente tra le cadette dei 300m, arrivate al traguardo quasi appaiate, Ludovica Mauro (48”11) e Chiara Verdelli (48”19) tesserate Barbas, davanti a Margherita Borrello (Atletica Olympus) in 48”21 che si ripeterà nei 300m hs con 60”48, mentre Virginia Velino (Atletica Barbas) realizza la misura di 7,89m nel triplo. La categoria ragazzi mostra grande effervescenza con un 300m al fotofinish in cui Marco Nucara (Atletica Olympus) in 46”81 la spunta di un niente su Riccardo Iannò (Atletica Sciuto) 46”84, con Giuseppe Nunnari (Atletica Zarapoti) 47”86 terzo, identico podio nel lungo, cambiando l’ordine con la vittoria di Riccardo Iannò (4,43m) su Giuseppe Nunnari (4,05m) e Marco Nucara (3,74m). Tra le donne vince Eleonora Castello (3,95m) davanti a Vanessa Stelitano (3,62m) e Sarah Maria Velino (3,54m). Da segnalare infine, il nuovo primato regionale categoria SM35 ottenuto sugli 800m in 2’06”83 da Antonio Amodeo (Marathon Cosenza), in occasione dei campionati regionali Fidal Basilicata, disputatisi lo stesso giorno a Potenza.