fbpx

L’I-Motion EMS arriva a Reggio Calabria! I segreti dell’allenamento che racchiude 4 ore di palestra in 20 minuti [VIDEO]

/

Anche a Reggio Calabria è possibile allenarsi con l’I-Motion EMS: l’ASD Move di Gallico spiega a StrettoWeb come funziona il particolare sistema di allenamento che riduce 4 ore di palestra in 20 minuti di esercizi

I-Motion EMS arriva anche a Reggio Calabria. Una tecnologia che permette di allenarsi in maniera innovativa, efficace e soprattutto risparmiando tempo. Grazie all’elettrostimolazione, 4 ore di lunga ed estenuante seduta in palestra vengono racchiuse in 20 minuti di esercizi, svolti sotto l’occhio vigile di un personal trainer qualificato. Una novità che l’ASD Move ha deciso di portare anche in riva allo Stretto. Il circolo di Gallico Marina ha messo a disposizione dei propri soci questo particolare sistema di allenamento che ha subito suscitato grande curiosità.
StrettoWeb ha intervistato Francesco Serranò e Domenico Vazzana, vicepresidente e presidente dell’ASD Move, che hanno spiegato ai nostri microfoni i segreti, le curiosità e il funzionamento dell’I-Motion EMS. Innanzitutto, si tratta di un allenamento che va a configurarsi perfettamente con la mission dell’ASD Move, luogo in cui i soci possono non soltanto allenarsi o effettuare sedute di riatletizzazione, ma anche socializzare.

Abbiamo un occhio di riguardo per l’AFA Attività Fisica Adattata, aiuto per persone che hanno disabilità: finito il loro percorso fisioterapico dovrebbero continuare a fare attività, passando ad un lavoro di stabilizzazione della forza e della mobilità. – spiegano i due fondatoriViene consigliato di proseguire il percorso con l’attività fisica adattata alle problematiche di questi soggetti ‘un po’ più deboli’. Attraverso la ginnastica cerchiamo di aiutarli a tenere la muscolatura in forze, evitando che la sedentarietà prenda il sopravvento. Così come negli anziani o di chi soffre di problemi come il mal di schiena”.

Come funziona la tecnologia I-Motion EMS

Allenare tutto il corpo in 20 minuti, con diversi programmi di allenamento a seconda delle esigenze, il tutto grazie ad una tuta. Incuriositi dalle novità dell’Elettro Mio Stimolazione, abbiamo chiesto a Francesco e Domenico di darci qualche informazione in più su come funziona: “si tratta di una tutina dotata di elettrostimolatori che funziona tramite bluetooth. Viene indossata sia nella parte superiore che inferiore del corpo (lasciando i polpacci scoperti) e permette di stimolare oltre 300 muscoli contemporaneamente. Ci sono diversi programmi di lavoro: dallo sport (forza, resistenza) al bodybuilding, dalla tonificazione (dimagrimento, anti-cellulite) fino ai massaggi. Importante l’impiego nella riatletizzazione, oltre al miglioramento posturale e della circolazione. Attraverso un tablet si controllano le varie zone del corpo. A differenza dell’allenamento in palestra standard, in cui si fanno le canoniche 3 sedute settimanali, con l’EMS lavorano tutti i muscoli in un’unica seduta, in soli 20 minuti!”.

A chi è consigliato l’I-Motion EMS e chi invece non può usufruirne

Ottimizzare il proprio tempo fa spesso la differenza in tanti piccoli e grandi aspetti della vita quotidiana. Per quanto riguarda la sfera del fitness, sostituire una settimana di allenamento con “1 o massimo 2 sessioni da 20 minuti”, sarebbe una vera e propria rivoluzione nella routine di molte persone. E dai 18 anni in su possono usufruirne tutti senza limiti d’età, a patto che si superi con successo il check di idoneità.

Noi lo consiglieremmo alle persone pigre o a chi non ha tempo di dedicare l’intera settimana ad allenarsi più volte. – spiegano Francesco e DomenicoMa anche a chi vuole recuperare in poco tempo lo stato di forma: in vista dell’estate o per ‘rientrare nei vestiti’ in occasioni di matrimoni e cerimonie. In 20 minuti (30 se aggiungiamo la doccia!), si sostituiscono 7 giorni di allenamento. Un vantaggio importante al giorno d’oggi in cui ‘il tempo è denaro’. Chi ne usufruisce viene seguito da un personal trainer con il quale fissa i suoi obiettivi di allenamento, si tratta di professionisti che hanno integrato le proprie conoscenze di base con un corso di formazione all’utilizzo dell’EMS. Alcuni soggetti potrebbero non essere idonei a tale allenamento. Parliamo di controindicazioni classiche: chi ha apparecchiature come il pacemaker, chi ha neoplasie o problemi legate all’epilessia, le donne incinte ecc. Prima di iniziare l’attività con l’EMS vengono fatte tutte le valutazioni di idoneità del caso sulla persona, alla quale viene anche spiegato il funzionamento dell’attrezzatura. La salute sempre al primo posto”.

I-Motion EMS subito a Reggio Calabria, non 10 anni dopo…

L’idea di due giovani che hanno deciso di puntare sulla valorizzazione di Reggio Calabria: “siamo i primi a Reggio Calabria. La stessa tecnologia può essere trovata a Lamezia e Palermo al Sud Italia. Abbiamo scelto di introdurre questa nuova attrezzatura anche per una sorta di rivalsa per la città. Diversi colleghi che operano al Nord Italia sono rimasti molto sorpresi che l’EMS sia arrivato anche a Reggio Calabria: come se qui le cose arrivassero sempre con 10 anni in ritardo. Invece in città abbiamo dei professionisti davvero all’altezza. Da parte nostra, è forte la volontà di valorizzare Reggio Calabria. Perché dobbiamo essere sempre gli ultimi, se ci sono le possibilità di offrire queste novità alla città?”.

I-Motion EMS, come ridurre 4 ore di allenamento in 20 minuti: la dimostrazione pratica [VIDEO]