fbpx

Vibo Valentia Capitale italiana del Libro 2021, il sindaco Maria Limardo in lacrime: “noi sempre ultimi, occasione di riscatto” [VIDEO]

Vibo Valentia nominata Capitale italiana del Libro 2021: il sindaco Maria Limardo si commuove in videoconferenza ed esalta la buona immagine della città

La Calabria si conferma sempre più una delle eccellenze culturali italiane. La città di Vibo Valentia è stata infatti eletta Capitale italiana del Libro 2021. L’iniziativa, promossa dal ministero della Cultura, è mirata a incoraggiare i Comuni italiani a intraprendere nuovi progetti a sostegno della cultura. Nell’edizione 2021 hanno partecipato ben 23 comuni, 6 dei quali sono arrivati in finale: Ariano Irpino, Caltanissetta, Campobasso, Cesena, Pontremoli e Vibo Valentia. La città calabrese, in qualità di vincitrice, riceverà un contributo di 500.000 euro per finanziare i progetti e i programmi presentati per partecipare al concorso. L’annuncio è arrivato in videoconferenza dal ministro della Cultura Dario Franceschini, affiancato dal presidente di giuria Romano Montroni.

Maria Limardo, sindaco di Vibo Valentia, è scoppiata in lacrima al momento dell’investitura, dichiarando: “sono emozionata come non mai, è un riscatto per la nostra comunità, città sempre ultima in tutte le graduatorie, ma che stavolta risulta orgogliosamente prima. Qui c’è tanta bella gente, gente che legge. E che scrive. Così ora siamo agli onori della cronaca: quella bella“. La giuria ha motivato così la sua scelta: “la città prescelta si è distinta per la qualità delle iniziative presentate, esposte con una chiarezza in cui si fondono rigore ed entusiasmo: ‘l’idea di base’, era scritto nell’introduzione al progetto che ha vinto, ‘è di far entrare prepotentemente il libro nella vita delle persone’“.