fbpx

Reggio Calabria: in Prefettura tavolo di confronto per la bonifica e la rigenerazione dell’area ex Polveriera a Modena-Ciccarello

L’assessore Albanese ha preso parte quest’oggi, insieme al sindaco  Falcomatà, ad un tavolo di concertazione presso la Prefettura di Reggio Calabria per l’ultimazione dei lavori di bonifica, prepedeutici alla riqualificazione, dell’area della Polveriera nel quartiere Modena – Ciccarello

L’Assessore alle Manutenzioni e alla Protezione Civile del Comune di Reggio Calabria, Rocco Albanese ha preso parte quest’oggi, insieme al sindaco Giuseppe Falcomatà, ad un tavolo di concertazione presso la Prefettura di Reggio Calabria per l’ultimazione dei lavori di bonifica, prepedeutici alla riqualificazione, dell’area della Polveriera nel quartiere Modena – Ciccarello di Reggio Calabria. A margine della riunione l’Assessore Albanese ha riferito del proficuo spirito di collaborazione che si sta registrando tra le istituzioni coinvolte nel procedimento. “La bonifica e la rigenerazione urbana di quell’area – ha spiegato Albanese – costituisce certamente una delle priorità per l’Amministrazione comunale reggina. Al tavolo convocato presso la Prefettura abbiamo condiviso il percorso fin qui promosso dall’Amministrazione, in accordo alle altre autorità coinvolte, e soprattutto i prossimi passaggi da realizzare. L’obiettivo è quello di bonificare totalmente quell’area, che costituisce oggi una ferita in un quartiere residenziale molto importante della nostra città, e rigenerare l’enorme spazio dell’antica polveriera per restituirlo alla fruibilità dei cittadini, realizzando anche della strutture di servizio in accordo con le autorità militari e la Prefettura”. Soddisfazione per la proficua riunione è stata espressa anche dal sindaco Giuseppe Falcomatà che ha sottolineato la volontà dell’Ente di procedere nel percorso di rigenerazione urbana dell’area degradata della ex Polveriera. “Credo sia un progetto altamente qualificante per la nostra città – ha affermato il sindaco – procederemo in questo senso verso la bonifica di quell’area, interessata da fenomeni di abusivismo e dalla presenza di numerose microdiscariche al suo interno, con l’obiettivo di realizzare spazi puliti, ordinati e naturalmente fruibili dalla cittadinanza”.