fbpx

Playout Serie B, coach Robustelli sfida la Pallacanestro Viola: “importante vincere a Reggio Calabria, Avellino darà tutto”

Foto di Davide Iurato / Pallacanestro Viola Reggio Calabria

Coach Robustelli presenta la sfida dei Playout fra Pallacanestro Viola e Scandone Avellino: il coach degli irpini punta ad un successo in trasferta

Tutto pronto per la sfida dei Playout di Serie B girone D fra Pallacanestro Viola e Scandone Avellino. Sarà una domenica pomeriggio di fuoco quella del PalaCalafiore nella quale tornerà a far visita alla formazione neroarancio un ex importante come Valerio Costa, playmaker della formazione irpina che ha già sbancato il palazzetto di Pentimele nell’unica sfida stagionale giocata durante la fase ad orologio. Coach Rodolfo Robustelli ha presentato la sfida mostrando grande rispetto per la compagine calabrese: “affrontiamo una squadra che ha fatto molto bene nella parte finale della stagione. – ha dichiarato, secondo quanto si legge su ‘Orticalab’ – E’ partita un po’ in sordina ma poi è stata capace di grandi exploit come la vittoria su Taranto. E’ una squadra sicuramente organizzata con delle gerarchie ben precise soprattutto nella metà campo offensiva con giocatori come Giulio Mascherpa, Salvatore Genovese e Yande Fall che rappresentano dei perni fondamentali per il loro meccanismo offensivo“.

Per quanto riguarda la serie, il piano di coach Robustelli è semplice: vincere almeno una gara in trasferta e giocarsi il tutto per tutto al PalaDelMauro di Avellino viste le difficoltà della Pallacanestro Viola che non ha mai vinto in trasferta. “Dal canto nostro vogliamo dar continuità alle prestazioni fornite nelle ultime partite. La vittoria è l’unica cosa che conta. Partiamo con lo sfavore del fattore campo. Dobbiamo essere bravi ad affrontare a viso aperto Gara 1 e Gara 2 per provare a portare la serie ad Avellino. Almeno una dobbiamo riuscire a strapparla. Sappiamo che sarà dura ma sono molto fiducioso. – spiega coach Robustelli Ci metteremo grande energia. In una serie playout conta molto l’atteggiamento mentale più che quello fisico. Abbiamo gran voglia di far bene e conquistare la salvezza. Sono sicuro che ci proveremo e lotteremo fino alla fine per poterlo fare“.