fbpx

Sanità in Calabria, la frecciatina di Spirlì: “governi muti per decenni, ora vanno in tv per fare campagna elettorale”

spirlì

“La Sanità calabrese ha bisogno di ospedali, medici, strumenti, non certamente di idrovore umane”: è lo sfogo sui social del Presidente Nino Spirlì

“Noto che si sta proponendo per tutta la Calabria una corsa a chi chiede per primo l’azzeramento del debito della Sanità. Decine di muti di governo, e non solo regionale, che da decenni tacciono pur potendo parlare, ritrovano la parola davanti alle telecamere e alle penne di giornalisti in cerca di scoop. La richiesta ufficiale l’ha fatta da tempo il Presidente della Giunta Regionale: al Presidente del Consiglio e ai Ministri competenti. Non ad altri”. Lo scrive tramite il proprio account Facebook il Presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì. Il governatore calabrese ha rivolto alcuni messaggi poco velati ai membri dell’opposizione, accusandoli di sfruttare i canali mediatici per fare campagna elettorale. “I programmi televisivi e le colonne dei giornali NON sono istituzioni competenti, ma comodi corridoi per campagne elettorali – prosegue Spirlì – . Ecco, più che amministratori responsabili e corretti, vedo maratoneti delle urne. E, questo, non fa bene alla Calabria. Anzi! Conferma che, chi c’era e taceva, vuole tornare per continuare a farlo. L’Eldorado Sanità Calabrese è sogno per tanti. Ma la Sanità Calabrese ha bisogno di ospedali, medici, strumenti, non certamente di idrovore umane. Magari, rischio pure: ma fosse l’ultima cosa che faccio, non mollo!”, conclude il Presidente.