fbpx

Reggio Calabria: il MArRC riapre al pubblico nel weekend, dal 25 maggio ritorna l’apertura settimanale dal martedì alla domenica

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria, sarà possibile visitare le straordinarie collezioni del MArRC anche nel fine settimana

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, a partire dalla prossima settimana, tornerà ai consueti turni di apertura settimanali dal martedì alla domenica, con turno di chiusura il lunedì.

Sarà possibile così per i visitatori e gli appassionati visitare le straordinarie collezioni del MArRC anche nel fine settimana.

«Un ritorno alla normalità al quale ci stiamo preparando da tempo – commenta il direttore Carmelo Malacrino -, desiderosi di poter finalmente accogliere il pubblico tra le nostre sale. In questi giorni stiamo lavorando per rendere più agevole la visita del Museo anche attraverso la riorganizzazione del servizio di biglietteria che a breve sarà erogabile anche online».

E mentre in Piazza Orsi è in allestimento il cantiere per una nuova grande mostra che vedrà il taglio del nastro prima dell’estate, si sta già pensando alla programmazione estiva, con l’auspicio di poter nuovamente offrire al pubblico il suggestivo spazio della terrazza del Museo.

«Godiamo di uno meraviglioso spettacolo naturale rappresentato dallo Stretto tra la Calabria e la Sicilia, storico crocevia di popoli e di civiltà: uno scenario unico che, se le condizioni lo permetteranno, potrà nuovamente da sfondo alle iniziative culturali proposte dal Museo. I lunghi mesi di chiusura, infatti, hanno aumentato il desiderio di rincontrarsi e riprendere una “normale socialità” anche nelle attività culturali – continua Malacrino. In questo il MArRC intende offrirsi nuovamente quale luogo di incontro e di scambio, di cittadinanza attiva e di promozione sociale, anche grazie alla collaborazione delle associazioni e delle istituzioni cittadine».

L’accesso al Museo sarà contingentato dal personale all’ingresso in numero di dieci persone ogni quarto d’ora, nel rispetto della normativa di contenimento della pandemia. Al momento non è necessaria la prenotazione e sarà possibile accedere al Museo fino alle ore 19.30.