fbpx

Reggio Calabria: vaccinati i dipendenti dell’Hitachi Rail, è la prima grande azienda a vaccinare i propri lavoratori [FOTO e VIDEO]

/

Reggio Calabria: è iniziato questa mattina il piano di vaccinazione presentato da Hitachi Rail a favore di 600 lavoratori dello stabilimento

E’ iniziato questa mattina, il piano di vaccinazione presentato da Hitachi Rail a favore di 600 lavoratori dello stabilimento di Reggio Calabria. “Sono orgoglioso di quello che sta accadendo in questi giorni in Calabria. E oggi lo sono ancora di più, perché la più grande delle industrie presenti su questo territorio sta lavorando fianco a fianco con le istituzioni, in particolare con il commissario Longo e con la Regione Calabria, per garantire la vaccinazione ai propri lavoratori e a quelli dell’indotto”. È quanto ha dichiarato oggi il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, in occasione dell’inizio della campagna vaccinale nello stabilimento di Hitachi Rail a Reggio Calabria. I dipendenti a cui sarà inoculato il siero anti-Covid sono circa 600. Oltre al presidente Spirlì e al commissario regionale della Sanità, Guido Longo, all’inaugurazione della campagna di somministrazione hanno partecipato i vertici di Hitachi Rail: l’executive officer – health, safety, environment e quality, Ulderigo Zona, e l’head of operations rolling stock Italy, Rosario Falanga. Presenti anche il commissario dell’Asp di Reggio Calabria, Gianluigi Scaffidi, e i suoi collaboratori per supportare l’avvio delle procedure di somministrazione. “Il senso di questo progetto – ha aggiunto Spirlì – sono la collaborazione, l’aiuto reciproco, la possibilità di intervenire nel mondo del lavoro e di rimetterlo in piedi con grande dignità e sicurezza. Finalmente, stiamo mettendo all’angolo il virus. La campagna vaccinale calabrese – ha concluso Spirlì – sta andando alla grande da quando ci siamo rivolti al ministero della Difesa, e per questo devo ringraziare il commissario Longo, che mi ha affiancato nella richiesta. Ormai, possiamo contare su una decina di team dell’Esercito, tra mobili e fissi. I numeri sono alti, non c’è un giorno in cui si scende sotto i 15-16mila vaccini. Era una scommessa, qualcuno ha pensato che potesse essere un errore; invece io ero convinto fin dall’inizio. Insieme alla Protezione civile e alla Croce rossa, ai nostri medici e ai nostri sanitari, l’Esercito sta facendo un lavoro enorme e sta superando qualche piccola debolezza di inizio campagna vaccinale”.

Longo: “siamo una squadra”

Hitachi – ha detto il commissario Longo – ha deciso di iniziare questa campagna vaccinale dalla Calabria. Questo è un messaggio molto forte, in un’azienda che non ha mai smesso di produrre, per chi vuole riprendere a lavorare e chi vuole andare avanti con le vaccinazioni. La campagna vaccinale – ha proseguito – sta andando bene ed è entrata a regime. In media ci sono quasi 18mila vaccinazioni al giorno. Non si registrano criticità particolari. Siamo una squadra veramente compatta con Aziende, Protezione civile, mondo del volontariato ed Esercito”.

Zona: “forte collaborazione”

Oggi – ha affermato Ulderigo Zona – è un giorno molto importante per Hitachi Rail, in primo luogo perché acceleriamo il processo di immunizzazione per i nostri dipendenti, la cui salute è per noi sempre prioritaria e, allo stesso tempo, perché dimostriamo che la collaborazione con le istituzioni e i territori in cui siamo presenti con i nostri siti possono far decollare anche i progetti più ambiziosi”.

L’organizzazione di Hitachi

Hitachi Rail è la prima grande azienda, in Italia, che diventa hub vaccinale per i propri dipendenti. L’organizzazione di Hitachi Rail prevede l’uso di un truck medico itinerante, con a bordo personale sanitario specializzato, incluso un rianimatore, che viaggerà tra i vari siti italiani. Il piano vaccinale di Hitachi Rail punta a immunizzare circa 5.700 persone tra lavoratori dell’azienda e personale delle società fornitrici che stabilmente lavorano presso le sue sedi italiane, con adesione su base volontaria.

Reggio Calabria: vaccinati i dipendenti dell’Hitachi Rail, la soddisfazione di Paris

“La campagna vaccinale presentata qualche settimana fa dai vertici aziendali e che vede coinvolti gli stabilimenti Hitachi di Pistoia, Napoli e Reggio Calabria, si è attuata in città grazie alla disponibilità del Presidente della Regione Calabria Nino Spirlì, del Commissario regionale alla Sanità Guido Longo e, soprattutto, al tempestivo intervento dell’azienda che ha investito risorse proprie per garantire ai suoi dipendi la vaccinazione. Un’azione sanitaria importante che tutela i lavoratori di una azienda leader nel settore ma anche, vuole essere un esempio per tutte le aziende del territorio”. E’ quanto afferma in una nota l’On. Nicola Paris.

“Questo è il primo caso in Italia di vaccinazione di impiegati all’interno dello stabilimento e dimostra la forte attenzione e sensibilità di una impresa virtuosa da sempre attenta e vicina ai suoi dipendenti. Ringraziamo la Hitachi Rail per la disponibilità dimostrata e siamo grati al Presidente Nino Spirlì, al Commissario ad acta Guido Longo e al Commissario Asp Gianluigi Scaffidi che, quotidianamente, si prodigano per garantire e confermare la disponibilità di vaccini per la popolazione calabrese. Inoltre, non meno importante, è la forte campagna di sensibilizzazione portata avanti dalla Regione Calabria che sprona i suoi cittadini a vaccinarsi e a rispettare le precauzioni contro la diffusione del virus Covid-19. Continuando ad operare in sinergia e nell’osservanza dei protocolli comportamentali da parte di tutti, riusciremo a far ripartire le nostre comunità”, conclude la nota.

Al via piano vaccinale di Hitachi, Calabrò e Versace: “Da Reggio forte messaggio di speranza”

“Da Reggio Calabria parte un segnale importantissimo sul fronte della battaglia al Covid e dell’attenzione alla sicurezza e alla salute dei lavoratori. Un messaggio che infonde speranza e coraggio in vista di quella che, auspichiamo tutti, possa essere presto la ripartenza post pandemica”. E’ quanto affermano l’assessora comunale alle Attività produttive, Irene Calabrò e il consigliere delegato metropolitano, Carmelo Versace, a margine della visita di questa mattina presso lo stabilimento reggino di Hitachi Rail, prima grande azienda, in Italia, a diventare hub vaccinale per i propri dipendenti con l’obiettivo di immunizzare circa 5700 persone. “Siamo davvero orgogliosi – proseguono i rappresentanti delle istituzioni reggine presenti al primo “vaccine-day” che ha visto la somministrazione di 600 dosi – che la nostra città possa affermare un modello virtuoso di questa portata, nell’ambito di una realtà produttiva che rappresenta un’assoluta eccellenza per il territorio non solo calabrese ma dell’intero Mezzogiorno. Quello avviato da Hitachi Rail è un percorso che il Comune e la Città metropolitana di Reggio Calabria hanno da subito sposato e sostenuto con grande partecipazione e convinzione, nel quadro dell’attività di interlocuzione che è stata condotta nei giorni scorsi di concerto con le istituzioni regionali, la struttura del Commissario alla Sanità e naturalmente il management aziendale. Dal cuore del Mediterraneo – evidenziano Calabrò e Versace – diamo nuovo impulso e slancio alla campagna vaccinale, offrendo l’immagine di un territorio che a dispetto delle tante difficoltà logistiche e dei ritardi iniziali, riesce a dare un contributo concreto all’impegnativa battaglia contro il virus. Un risultato straordinario – concludono Calabrò e Versace – che testimonia quanto sia importante, specie nei momenti più duri e difficili, saper ragionare e operare in un’ottica di collaborazione e condivisione delle scelte, ponendo sempre al centro di tutto il bene e l’interesse collettivo”.