fbpx

Reggio Calabria, servizio disostruzione fogne assente. La controreplica di Caridi all’assessore: “colpito nel segno”

Antonino Caridi Antonino Caridi

Reggio Calabria, servizio disostruzione fogne assente. La controreplica di Caridi all’assessore Albanese

“Gli interventi di disostruzione del sistema fognario avvengono regolarmente, secondo il cronoprogramma dettato dalle segnalazioni che giungono al settore manutenzioni del Comune di Reggio Calabria”. Iniziamo da quest’affermazione, che porta la firma dell’Assessore Rocco Albanese, per contestare quanto in replica alla nostra nota stampa di ieri mattina. Dati di fatto dimostrano che quanto sostenuto da Albanese non risulta; la riprova sono le numerose richieste di intervento che non vengono evase e di cui riceviamo le proteste dei cittadini, stanchi di aspettare mesi per un pozzetto otturato o un tombino da sturare“. E’ quanto scrive in una nota il consigliere comunale di Forza Italia, Antonino Caridi. “Il rappresentante della Giunta Falcomatà controbattendo al comunicato parla di “strumentalizzazioni, mancanza di rispetto delle procedure amministrative e dei ruoli istituzionali”, solo perché ci siamo permessi di mettere in dubbio la celerità e l’efficacia degli interventi che rientrano nella sua competenza. Riteniamo che l’Assessore abbia un po’ esasperato la situazione. Anzi, proprio in virtù del ruolo istituzionale ricoperto e richiamato nella sua risposta scritta, dovrebbe mettersi una mano sulla coscienza e riflettere sul lavoro svolto sin qui, nonostante la grande esperienza politica che ha alle spalle. Nella replica, Albanese adduce anche scuse futili tirando in ballo la ricezione di “segnalazioni che spesso riguardano condotte private”, interventi che non abbiamo minimamente menzionato nella nostra nota di denuncia e che non ci riguardano. Le questioni dei condomini privati non ci interessano, qui parliamo di pubblica utilità e segnalazioni che riguardano il patrimonio edilizio del Comune di Reggio Calabria. La “tempestività di intervento” di cui si riempie la bocca l’Assessore di Falcomatà non la vediamo nei fatti, e da cittadini ci sentiamo offesi e presi in giro nel leggere della “straordinaria disponibilità offerta dagli uffici e dai tecnici”, ricordando che quanto svolto dal personale del Comune è dovere, non cortesia o favore. Detto questo, tuttavia, delude molto che Albanese si permetta di insinuare che l’Opposizione stia cercando di mettere in difficoltà i lavoratori e di contestare la loro attività. È sufficiente rileggere il comunicato diramato ieri per constatare che gli operai non sono stati affatto messi in discussione. Noi non contestiamo il lavoro svolto dal personale, a cui va piuttosto un sentito ringraziamento per l’impegno quotidiano tra mille difficoltà e scarsezza di strumenti, contestiamo invece l’organizzazione degli interventi e la mancanza di solerzia, dimostrabili facilmente dalle richieste scritte di cittadini che attendono interventi da circa 2 mesi, senza alcuna risposta o certezza. Questa è responsabilità unica dell’Assessore al ramo, non dei lavoratori che semplicemente eseguono i compiti a loro assegnati. Alla luce di tutto questo, chiediamo all’Assessore Rocco Albanese che si dedichi a risolvere le questioni di sua competenza piuttosto che perdere tempo a rispondere ad “uno spocchioso e indisponente Consigliere comunale di opposizione” che in tempi non sospetti è intervenuto personalmente, anche con proprie risorse, per risolvere questioni che in realtà riguardavano lo stesso Assessore, vedi la pulizia del cimitero. In conclusione, ricordiamo a Rocco Albanese, già facente parte della Maggioranza nel “primo tempo” di Falcomatà, che nella Città di Reggio Calabria ci sono richieste giacenti di sostituzione lampadine fulminate da oltre 700 giorni. Pure questo rientrerebbe nelle sue funzioni di controllo ed esecuzione. Ma siamo sicuri che ci sarà una spiegazione plausibile anche per questo”, conclude la nota.