fbpx

Reggio Calabria, l’Associazione “Tre Quartieri” di Gallico incontra l’Amministrazione comunale

Reggio Calabria, il resoconto dell’incontro tra l’Associazione “Tre Quartieri” di Gallico e l’Amministrazione comunale

Nel Comune di Reggio Calabria esistono delle realtà culturali impegnate in una concreta e continua attività di divulgazione, tutela e valorizzazione del patrimonio storico e naturalistico favorendo occasioni d’incontro capaci di sottolineare il ruolo svolto a favore dello sviluppo dell’intero territorio della città. Alla luce di queste considerazioni si è tenuta nei giorni scorsi, nella sede dell’Associazione, una riunione a cui hanno partecipato oltre ai soci i consiglieri Francesco Gangemi, Giuseppe Giordano, Nino Malara e il Presidente del Consiglio Comunale Enzo Marra e i dirigenti dei Lavori Pubblici Ing.
Domenico Richichi e Arch. Alessandro Idone. A dare inizio alla riunione è stato Oreste Pennestrì, Presidente dell’Associazione che dopo i
convenevoli saluti ha evidenziato alcuni problemi che attualmente assillano la popolazione gallicese tra cui la raccolta dei rifiuti, la via Cappelleri, il Teatro, la scuola Boccioni e il Cimitero attualmente oltre alla presenza di rifiuti e la pulizia si registra la mancanza di acqua. Il Presidente ha invitato gli Amministratori e i tecnici presenti a rendersi parte attiva per accelerare il compimento e la realizzazione delle suddette opere e, inoltre, di tenere conto delle proposte che
saranno formulate in occasione del bando indetto dal Ministero dell’Interno, per lavori di rigenerazione urbana molto necessari per migliorare le condizioni di vivibilità di una zona prossima al centro cittadino. Subito dopo ha preso la parola l’Architetto Matteo Gangemi che ha presentato alcune proposte a
favore del territorio Gallicese da inserire nel progetto da presentare col Bando di Rigenerazione Urbana di cui l’Amministrazione Comunale è soggetto proponente la cui scadenza, com’è noto, è del 4 giugno p.v.. La rigenerazione delle aree di Gallico, ha detto Gangemi, attraverso la realizzazione di progetti
innovativi e di qualità in ambito culturale e creativo, passa dal recupero della memoria storica, dall’arricchimento culturale e sociale degli abitanti e dalla stesura di una proposta di marketing territoriale che rilancia il turismo locale. Lo spazio diventa territorio per riportare storie e attraverso la cultura e l’interazione diviene metodo di rilancio del territorio. Gli interventi proposti hanno lo scopo di migliorare la qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale gallicese e riguardano:

1) Realizzazione piazza in località gallico per la rigenerazione dei quartieri pietra della zita, troncovito e lampione 2) progetto rigenerazione ruderi (torre di guardia e vecchio mulino) e sito d’interesse storico presenti nell’area libera compresa tra via fiume e via cimato di gallico marina 3) progetto dei lavori di realizzazione della strada di collegamento tra via quarnaro e via casa savoia in gallico 4) progetto di completamento strada argine torrente gallico da gallico marina a piazza Madonna delle Grazie.

A seguire ha preso la parola il Consigliere Giordano che ha assicurato il suo impegno per la soluzione dei problemi che sono presenti sul territorio gallicese. Nel prendere la parola l’ing. Richichi ha informato l’attività che l’Ufficio Tecnico stà svolgendo per portare a compimento alcune opere importanti per Gallico tra cui: teatro, scuola “Boccioni”, i ponti Scaccioti e Gallico-Catona. Il tecnico comunale Arch. Idone ha aggiornato i presenti circa la situazione dei progetti che riguardano alcune strade del territorio mettendo in evidenza le difficoltà dell’Ufficio Tecnico dovute alla scarsezza di personale. Sono seguiti i vivaci interventi di Domenico Arrigo, Paolo Palmenta e di Stefano Morabito che hanno chiesto dei chiarimenti circa gli attuali problemi che vivono gli abitanti gallicesi.