fbpx

Reggio Calabria, la diocesi sbarca sui Visual Media con Francesco Chindemi

Reggio Calabria sarà la prima diocesi d’Italia ad avere una nuova struttura dedicata ai Visual Media. Il responsabile sarà Francesco Chindemi già direttore di ReggioTV

Sarà la prima diocesi in Italia ad avere un’intera struttura dedicata ai Visual Media, e il responsabile sarà Francesco Chindemi, già direttore di Rtv, emittente locale di Reggio Calabria, nei mesi scorsi assunto dall’arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova per dare il via a un nuovo settore comunicativo che farà cardine principalmente attorno ai Social Network utilizzati dagli adolescenti: Instagram, Twich e TikTok. Inoltre sarà data nuova vita al format Social Talk, già promosso dall’arcidiocesi reggina, in continuità con il proprio impegno ad attuare una comunicazione rivolta ai giovani.

Chindemi già da tempo, ha intrapreso un nuovo rapporto di lavoro con lo storico e prestigioso settimanale cattolico, Avvenire di Calabria, inserto regionale di Avvenire e quotidiano online di proprietà della Comunità diocesana dello Stretto.

Una collaborazione a richiedere la quale, mesi fa, è stato monsignor Giuseppe Fiorini Morosini che, allora arcivescovo di Reggio Calabria – Bova, si è rivolto direttamente all’editore Eduardo Lamberti-Castronuovo, per manifestargli l’intenzione di assumere il direttore della sua “televisione positiva”.

Francesco Chindemi, giornalista professionista, pedagogista ed esperto in comunicazione e new media, anche in ambito didattico, non ha solo guidato per anni le news della prima televisione reggina, presso la quale, oltre ad aver realizzato numerosi servizi, ha condotto Tg e rassegna stampa, ideato programmi di approfondimento, come Civitas o Mirror con cui ha contribuito a dar voce alle istanze dei cittadini e dei territori, ha contribuito alla realizzazione di documentari e  curato, personalmente, l’ideazione e la produzione di importanti reportage televisivi.

In oltre vent’anni di esperienza, ha ricoperto, fra gli altri, a cavallo tra la fine degli anni ’90 e i primi anni 2000, l’incarico di responsabile dell’ufficio stampa del coordinamento comunale del Partito Popolare prima e della segreteria provinciale della Margherita per i quali ha realizzato, nel 1999, il primo sito internet legato a un partito politico in Calabria.

Docente esperto in comunicazione e comunicazione multimediale in diversi istituti scolastici superiori, nel suo curriculum può contare inoltre un lungo trascorso nell’associazionismo cattolico presso l’AGESCI (l’Associazione guide e scout cattolici italiani) di cui è stato anche capo scout.

«Dopo aver diretto per 10 anni una tra le televisioni più importanti non solo della Calabria, ma dell’intero meridione, presso la quale con orgoglio posso dire di aver raggiunto la mia maturità professionale, ho deciso fosse il momento di intraprendere un nuovo cammino. Da scout – le parole di Francesco Chindemi –  ho imparato che non ci si deve fermare ad una sola tappa, bisogna continuare a spendersi anche oltre, facendo comunque tesoro di quanto raccolto lungo la strada. Ora sono orgoglioso di poter abbracciare questo nuovo e ambizioso progetto non solo editoriale, ma anche sociale, legato alla testata Avvenire di Calabria e all’arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova».

«Nel ringraziare monsignor Morosini e il direttore dell’Ufficio diocesano comunicazioni sociali don Davide Imeneo, per l’opportunità datami, non posso non ringraziare – ancora l’ex direttore –  l’editore e fondatore di ReggioTV Eduardo Lamberti-Castronuovo e tutta la famiglia Lamberti, per la stima e la fiducia riservatami nel corso di questi lunghi anni.

Faccio, infine, al mio successore, Sergio Conti, conosciuto giovanissimo dentro la redazione di  ReggioTV e con un passato da collaboratore proprio di “Avvenire di Calabria”, i migliori auguri per questa sua nuova e impegnativa avventura, certo che saprà mantenere dritta la barra, operando sempre dalla parte del telespettatore».