fbpx

Reggio Calabria, beccata in giro oltre l’orario consentito: arrestata donna di 43 anni

Reggio Calabria, una donna pluripregiudicata e sorvegliata speciale si è attardata nel rientro nella propria abitazione rispetto alle pregresse misure cautelari disposte dalle autorità nei suoi confronti

I carabinieri di Reggio Calabria hanno denunciato in flagranza una donna di 43 anni pluripregiudicata e sorvegliata speciale che è rientrata nella propria abitazione con un’ora di ritardo rispetto alle misure cautelari a cui è sottoposta da tempo per precedenti reati legati alle sostanze stupefacenti. La donna, che aveva l’obbligo di rientro nella propria abitazione entro le 20, è stata avvistata da carabinieri in borghese sul corso Garibaldi dopo l’orario consentito. I militari hanno avvertito il comando che ha mandato altri carabinieri sul posto, ma non trovandola hanno deciso di recarsi presso la sua abitazione per verificarne l’eventuale assenza. L’hanno dovuta attendere per riscontrarne il ritardo, e così è scattata in automatico la denuncia. Difesa dagli avvocati Demetrio e MariaTeresa Pratticò, la donna ha ottenuto dal giudice ulteriori misure cautelari ma è riuscita ad evitare il carcere.