fbpx

Reggina, Taibi sul mercato: “Abbiamo uno zoccolo duro, ma secondo me serviranno 5-6 nuovi innesti di categoria”. E su Menez…

Taibi

Le parole del direttore sportivo amaranto Massimo Taibi a Reggina Tv: analisi della stagione appena terminata e obiettivi della prossima

Il campionato della Reggina è terminato oggi, con il pesante stop interno del Granillo contro il Frosinone. Una sconfitta tuttavia ininfluente vista la salvezza raggiunta e i playoff ormai irraggiungibili. Da domani, dunque, si inizia a pensare già alla prossima stagione, tra decisioni sulla guida tecnica e sull’organico. Ad analizzare l’annata appena terminata e a svelare qualcosa sulla successiva, ai microfoni della tv ufficiale amaranto, è il direttore sportivo Massimo Taibi, che ha parlato a “Passione Amaranto”.

REGGINA-FROSINONE“Dopo la salvezza e i playoff persi può succedere una partita come quella di oggi, era la prima affrontata senza obiettivi e dispiace sempre perdere, ma non posso non ringraziare la squadra per quanto compiuto”.

L’ANALISI DELLA STAGIONE“Le dichiarazioni che tutti noi facciamo sono sempre in archivio. Ad inizio stagione avevo detto che avevamo 10 squadre davanti ma dovevamo essere ambiziosi e superarne qualcuna, poi ci sono state le difficoltà e siamo stati bravi intanto a salvarci e successivamente a provarci per i playoff. Se a dicembre mi avessero detto che potevamo lottare per i playoff a fine annata non ci avrei creduto”.

CALCIOMERCATO“Abbiamo uno zoccolo duro interessante a livello d’organico, è chiaro che si dovrà intervenire, in concerto con allenatore e presidente. Io ritengo che servano 5-6 giocatori di categoria. Sarà una B più difficile la prossima, con le squadre che retrocedono che sono forti e almeno una tra Monza e Lecce che resterà e che ci proverà, per non dimenticare le neopromosse”.

FUTURO BARONI“Il primo argomento che affronteremo sarà legato al mister, incontreremo il procuratore e faremo la nostra proposta. Sono fiducioso”.

I RINNOVI – “Quando scenderò parlerò con Mangiarano e incontrerò la squadra, poi inizieremo a capire come muoverci. Nicolas ha fatto un finale di stagione importante, il ragazzo mi ha detto che vuole restare con noi e spero di incontrare il procuratore per una riconferma. Sono fiducioso ma vediamo le intenzioni del suo entourage. Montalto è sotto contratto, è nostro. Per quanto riguarda l’attaccante da 15 gol bisogna fare i conti con il portafoglio. Io avevo contattato Forte ma la Juve Stabia mi aveva chiesto 1 milione di euro, noi per scelta non paghiamo i cartellini. Cercherò, per l’esperienza passata, di prendere un italiano che mi garantisca la doppia cifra. Mastour pensavo che a Carpi potesse dare il suo contributo, ma è stato sfortunato perché ha avuto uno stop che lo ha tenuto fuori quasi due mesi. Questa estate per me più tranquilla? Quando si fanno tanti interventi si rischiano più errori. Abbiamo uno zoccolo duro, tra difesa e centrocampo ci sono tanti giocatori di proprietà e ripartiremo da lì”.

FUTURO MENEZ“Menez sta ancora bene fisicamente, può dare il suo contributo. Affronteremo il discorso con l’allenatore e col calciatore stesso. Sono dispiaciuto perché non lo abbiamo visto molto quest’anno”.

INFORTUNIO EDERA“Questo infortunio di Simone è stata una delle note negative di quest’anno. L’ho sentito oggi, quando tornerò a Torino andrò a trovarlo. E’ un infortunio bruttissimo ed è un peccato. E’ assurdo, se l’è fatto da solo. E’ ancora giovane e avrà possibilità di tornare in auge, l’ho voluto fortemente per le sue qualità”.