fbpx

Messina, obiettivo rilanciare il turismo: Federagit incontra l’Amministrazione Comunale, ecco le proposte

stazione marittima porto messina

Bagni pubblici, viabilità e parcheggi, cura del verde e l’istituzione della Polizia Turistica: ecco le idee di Federagit per il rilancio del settore a Messina

Ieri la Federagit della provincia di Messina, Federazione Italiana Guide Turistiche Accompagnatori e Interpreti, ha incontrato in modalità online gli assessori Musolino e Caruso. Sul tavolo diverse proposte per rendere la città dello Stretto più “appetibile” dal punto di vista turistico e che riguardano bagni pubblici, viabilità e parcheggi, cura del verde e l’istituzione della Polizia Turistica. Di seguito la nota stampa integrale:

Servizi igienici pubblici, cura del verde, viabilità e parcheggi ed istituzione della Polizia Turistica. Questi alcuni degli argomenti che Federagit di Confesercenti Messina ha portato sul tavolo di confronto con l’Amministrazione, che si è svolto ieri in modalità online alla presenza degli assessori comunali alle Attività Produttive Dafne Musolino e al Turismo Vincenzo Caruso.

L’incontro era stato richiesto con l’obiettivo accendere i riflettori su alcune criticità e trovare le soluzioni adeguate affinchè Messina possa diventare a tutti gli effetti città turistica. 

“Sono fiducioso – ha commentato il presidente di Federagit provinciale Sergio Longo – che da questa stagione avremo anche qui a Messina quei servizi essenziali utili a poter competere con altre mete turistiche. Abbiamo trovato piena disponibilità da parte degli Assessori, ma continueremo a vigilare affinché la nostra città risulti sempre più appetibile nel contesto turistico siciliano”.

Tra gli argomenti di discussione servizi essenziali come i bagni pubblici a disposizione dei turisti. Nel 2021, secondo Federagit, non possiamo più permetterci di presentare la città sprovvista di servizi igienici pubblici.  Una soluzione potrebbe essere affidarne la gestione ad una partecipata (AMAM, Messina Bene Comune, per citarne alcune). Su questo fronte piena disponibilità da parte dell’Amministrazione, che sta già lavorando all’individuazione di soluzioni adeguate per collocare bagni pubblici in luoghi strategici e frequentati dai visitatori. 

Altro tallone d’Achille il verde pubblico, che rappresenta il biglietto da visita per una città che si possa definire turistica. Fondamentale per Federagit, mantenere il verde pubblico curato. Soprattutto nelle aree di interesse turistico, bisogna intensificare i controlli affinché l’immagine della nostra città risulti essere degna di rispetto.                                                                               

Altro argomento sul tavolo di discussione, quello relativo alla viabilità e parcheggi, soprattutto in zone nevralgiche come piazza Duomo, Cristo Re e Ganzirri. Le istanze di Federagit verranno rappresentate dagli assessori Musolino e Caruso al collega Mondello, che per precedenti impegni istituzionali non ha potuto partecipare alla riunione di ieri. 

Per Piazza Duomo Federagit ha proposto per quei mezzi di trasporto coinvolti nelle escursioni l’utilizzo di una corsia dedicata e quindi senza traffico, previa simulazione delle tempistiche effettive di percorrenza. Sarebbe importante inoltre, predisporre degli stalli cosiddetti a spina di pesce nel luogo in cui attualmente vige l’isola pedonale, ovvero l’area dove viene installata la pista di pattinaggio sul ghiaccio durante le festività natalizie. 

Cristo Re e il viale Principe Umberto sono tra le zone che presentano maggiori criticità viabili. Proposta l’eliminazione del divieto di svolta a sinistra all’incrocio tra Viale Boccetta e Viale Regina Margherita, per i mezzi turistici. Nei pressi della chiesa di San Camillo, altro nodo per il traffico, è indispensabile inoltre installare dissuasori di parcheggi che consentano un migliore deflusso dei bus turistici. Nella zona del Belvedere di Cristo re, per agevolare la sosta è essenziale l’istituzione di stalli dedicati in entrambi i lati durante i giorni di crociera e prevedere la presenza fissa della Polizia Municipale.

Per Ganzirri invece, la Federazione Italiana Guide Turistiche Accompagnatori e Interpreti ha proposto, condividendo la richiesta della Proloco Capo Peloro, l’istituzione di stalli per bus turistici e NCC lungo il Lago Grande. 

Infine l’Istituzione della Polizia turistica all’interno del Corpo di Polizia Municipale. Far percepire ai turisti la sicurezza del territorio infatti per Federagit Messina rientra nei cosiddetti “attrattori turistici” che consentirebbero alla città di rendersi più “appetibile” per i tour operator. Nelle prossime settimane si terrà un nuovo confronto tra Federagit e l’Amministrazione Comunale per fare il punto sullo stato di avanzamento di quei servizi che possono essere attivati in tempi brevi”.