fbpx

Ponte sullo Stretto, Siracusano: “la proposta del Referendum è un’offesa all’intelligenza di calabresi e siciliani”

siracusano si ponte sullo stretto

“Basta altre Commissioni di studio che impiegano mesi e mesi per avanzare valutazioni, l’infrastruttura serve ed è necessaria, lo sapevamo già, adesso lo sanno tutti”: Matilde Siracusano (Forza Italia) ha espresso ancora una volta il suo parere favorevole alla realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina

Se non ora, quando? Il tema Ponte sullo Stretto è tornato a far discutere, si attende che in questi giorni il Parlamento prenda visione della relazione della Commissione di esperti istituita dall’ex Ministro De Micheli e si esprima avanzando una concreta discussione. Da sempre favorevole alla costruzione dell’opera è l’on. Matilde Siracusano, messinese Doc, che da protagonista sta seguendo in prima persona la vicenda: “negli ultimi tempi ci sono state molteplici iniziative da parte di tutte le forze politiche, anche di quei partiti che sostenevano il Governo Conte”. “E’ un segnale importante – ritiene il deputato di Forza Italia ai nostri microfoni – perché era dall’inizio della legislatura che del Ponte non se ne parlava più. Ritengo che Forza Italia abbia fatto un grande lavoro per sollecitare il problema, adesso però è il tempo di farlo davvero. Basta altre Commissioni di studio che impiegano mesi e mesi per avanzare valutazioni, l’infrastruttura serve ed è necessaria, lo sapevamo già, adesso lo sanno tutti”.

Ancora non molti esponenti del Movimento 5 Stelle però non sembrano essere convinti, tanto da arrivare a proporre un referendum per far decidere i cittadini. “E’ un’offesa all’intelligenza dei cittadini calabresi e siciliani, sarebbe un’opera che porterebbe 100 mila posti di lavoro – prosegue Siracusano – . Ma al di là del Ponte c’è in gioco l’alta velocità, il trasporto delle merci, il potenziamento dei porti. Chiedere un referendum per un’infrastruttura del genere è surreale solo il pensiero”. L’accusa del Ponte che farebbe gli interesse delle mafie “è un vecchio pregiudizio che ci ha sempre proibito di fare, il malaffare si sconfigge con lo sviluppo perché va ad insinuarsi dove c’è povertà. Questa è sempre stata una nostra battaglia, siamo stati bravi a rilanciare il dibattito con i colleghi parlamentari, la nostra voce è sempre stata la più forte”. Infine, l’on. Matilde Siracusano conclude rilanciando per l’ennesima volta il progetto del Ponte a campata unica, “l’unico cantierabile sin da subito, già definito e solo da aggiornare. Per frenare i tempi avevano rilanciato prima l’idea del tunnel, poi completamente scartata, adesso l’ipotesi di un Ponte a più campate che richiederebbe un lavoro di progettazione totalmente nuovo e quindi l’attesa di tantissimi anni prima di vederlo”.

Risanamento Messina, Siracusano: “soddisfatta per un risultato storico. Grazie al Ministro Carfagna e grandi meriti al Sindaco De Luca”

A cosa serve il Ponte sullo Stretto? La MAPPA che dimostra quanto avvicinerebbe la Sicilia all’Europa