fbpx

Ponte sullo Stretto, l’Ue interviene: “opera finanziabile con fondi europei”

ponte sullo stretto di messina con funi stabilizzanti

L’Ue ha risposto all’interrogazione avanzata dagli europarlamentari Lega relativa al Ponte sullo Stretto

“La Commissione europea conferma nero su bianco, a firma del commissario Ue ai trasporti Adina Valean, che il Ponte sullo Stretto di Messina è finanziabile con i fondi Ue. Finalmente arriva la risposta ufficiale, alla faccia di chi ancora pensa che non si tratti di un’opera importante, o non finanziabile da Bruxelles. L’Ue afferma che ‘il collegamento tra la Sicilia e l’Italia continentale fa già parte della rete transeuropea dei trasporti (TEN-T) e del corridoio “Scandinavia-Mediterraneo” e, in quanto tale, fa parte della rete considerata di massima importanza e valore aggiunto’. Aggiunge che sarà possibile anche finanziare studi preliminari e attività di appalto all’interno di alcuni programmi dell’UE nell’ambito del quadro finanziario pluriennale 2021-2027, nonostante non rientri tra le tratte pre-identificate del programma del CEF II”. Così in una nota Annalisa Tardino, europarlamentare della Lega, prima firmataria dell’interrogazione alla Commissione, co-firmata dagli europarlamentari Lega Marco Campomenosi (capo delegazione), Anna Cinzia Bonfrisco, Francesca Donato, Lucia Vuolo, Stefania Zambelli. “La Commissione conclude sottolineando che ‘finora le autorità italiane non hanno presentato alla Commissione piani concreti in merito a tale collegamento’, allora noi diciamo che è arrivato il momento di farlo. Non ci sono più scuse, ora. È innegabile che si tratti di un’opera che va realizzata, all’interno di un piano completo, che comprenda lo sviluppo ferroviario e stradale della Sicilia e della Calabria. Ci sono le risorse, i progetti, adesso bisogna agire senza ulteriori indugi”, si legge.