fbpx

Giro d’Italia 2021, la 17ª tappa Canazei-Sega di Ala: percorso, altimetria e favoriti

In scena oggi la 17ª tappa del Giro d’Italia: percorso, altimetria e favoriti della frazione Canazei-Sega di Ala. In salita brillerà ancora Bernal?

Secondo e ultimo giorno di riposo ormai archiviato, il Giro d’Italia riparte con le ultime 5 tappe che porteranno al traguardo di male. Come abbiamo visto già dopo la prima sosta, la ripresa potrebbe fare qualche brutto scherzo ai ciclisti, soprattutto in una tappa come quella odierna. La frazione numero 17 della Corsa Rosa partirà da Canazei e si concluderà dopo 193 km a Sega di Ala. Inizio in leggera discesa, adatto a prendere velocità e dunque a far partire qualche fuga. Al km 57.9 il primo GPM di 3ª categoria di Sveseri, al quale farà seguito una lunga discesa verso il traguardo volante di Trento. I ciclisti rifiateranno con 50 km di pianura fra i quali ci sarà anche il secondo traguardo volante, quello di Mori.

A 54 km dalla conclusione i ciclisti affronteranno il Passo di San Valentino, GPM di prima categoria lungo 14.8 km da percorrere al 7.8% di pendenza media, ma con i primi 9 km al 9% e punte del 14%. Successivamente ci saranno 18 km di discesa e altri 10 km di pianura fino a Sega di Ala: l’ultima asperità di giornata (GPM di 1ª categoria) è lunga 11.2 km, da percorrere al 9.8% di pendenza media con il primo tratto al 10.4% e con massime al 17%.

Giro d’Italia 2021, i favoriti della 17ª tappa Canazei-Sega di Ala

Fin qui, le prime due settimane del Giro d’Italia 2021 hanno detto che se la strada è in salita, Egan Bernal è favorito. Anche oggi la maglia rosa non dovrebbe avere problemi dunque, mal di schiena permettendo, potrebbe già ipotecare il Giro viste le performance sulle precedenti montagne. Simon Yates sarà chiamato a recuperare il distacco accumulato a Cortina, così come Aleksandr Vlasov che oggi dovrà restare attaccato il più possibile alla zona podio. Damiano Caruso ha tutta l’intenzione di difendere con le unghie e con i denti il suo secondo posto, mentre Giulio Ciccone ha messo nel mirino la terza piazza che dista solo 51”. Nella fuga di giornata inoltre potrebbe comparire Vincenzo Nibali, ormai interessato a mettersi alla prova e a lasciare il segno sul Giro d’Italia, pur senza grandi ambizioni di classifica.