fbpx

Ponte sullo Stretto, firmato il Patto da presentare a Draghi: Siclari e Vono raccolgono il consenso di tanti parlamentari, il sogno adesso è possibile!

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb
    Foto StrettoWeb
/

L’evento organizzato dai senatori Marco Siclari e Silvia Vono ha raccolto la partecipazione di tantissimi parlamentari di ogni fazione politica: gli interventi dei protagonisti nell’iniziativa presentata oggi presso la sala consiliare di Villa San Giovanni

Calabria e Sicilia vogliono il Ponte sullo Stretto e faranno tutto ciò che serve per la realizzazione dell’opera. Per molto tempo è stato fatto un dibattito ideologico sull’infrastruttura, ma oggi all’interno del Parlamento c’è la chiara volontà da parte di tutti i partiti di convincere il Governo ad impegnarsi seriamente. Ne è la testimonianza l’evento “Patto del Ponte” organizzato oggi presso il Municipio di Villa San Giovanni dal senatore di Forza Italia Marco Siclari e la senatrice di Italia Viva Silvia Vono: i presenti hanno firmato un documento con le discussioni da esporre al Premier Mario Draghi. “E’ una giornata storica, non c’è riscatto senza Ponte ma per la prima volta unisce anche la politica – ha esordito Siclari – . Si è sempre discusso, oggi dobbiamo realizzare il sogno di portare la Sicilia in Europa. Può rappresentare il diritto a rimanere nella propria terra di origine, perché creerebbe tanti posti lavoro. Consegneremo il documento con tutte le discussioni al Premier Draghi, firmato da rappresentanti di tutti i partiti, affinché Villa San Giovanni diventi capitale d’Europa”.

Ha preso successivamente la parola la “padrona di casa” il Sindaco facente funzioni di Villa San Giovanni Maria Grazia Richichi, che ha espresso la sua gioia per l’iniziativa di oggi: “è un motivo d’orgoglio per noi. La Città di Villa non può essere estromessa dalle iniziative. Il merito va al senatore Siclari, capace di unire tutte le forze parlamentari indipendentemente dal colore politico. Il Ponte unisce la Sicilia all’intera Europa. È sinonimo di coesione sociale, di sviluppo”. Presente all’evento il presidente facente funzioni della Calabria Nino Spirlì, convinto dell’importanza dell’opera per tutto il Paese: “il Ponte deve passare dal mondo dei sogni a quello dei progetti e dei cantieri. Non è il Ponte di Reggio, di Messina ma è un ponte d’Europa che collega i primi due territori che accolgono chi arriva dal mondo nuovo, cioè l’Asia, da dove arriva il commercio. L’urgenza di costruire l’opera è un dovere europeo, italiano. Siccome noi calabresi abbiamo sempre rispettato le regole, nonostante ci abbiano sempre descritto male, adesso siamo pronti coi sindaci di tutto il territorio per ad accogliere la realizzazione. Questa è una ferita che va sanata, non si può pensare che l’Europa non sia collegata a questi territori. La ricchezza di questa terra diventa attenzione per tutto il Continente. Il Meridione chiede ciò che è suo, la considerazione che spesso viene derisa, quasi come se fossimo la periferia di un mondo molto più avanzato. La considerazione che abbiamo è importante l’abbiano anche i governi, questo Ponte è il Ponte d’Europa, il biglietto da visita nei confronti del mondo. Dobbiamo essere pragmatici e pretendere! Quando l’impresa il pubblico e il privato devono collaborare, non è uno scandalo, lo sposalizio tra gli interessi crea interesse unico, abbandoniamo il piagnisteo”.

Collegamento stabile sullo Stretto, Spirlì: “è il Ponte d’Europa, Calabria e Sicilia la porta d’ingresso” [VIDEO]

Importante poi l’intervento della senatrice Gelsomina Vono, anche lei organizzatrice dell’evento: “bisogna essere all’altezza ed avere il coraggio delle potenzialità che la Calabria. Non è una questione di risorse ma di effettiva volontà politica – ha esordito la senatrice renziana Silvia Vono – e , in questo momento di maggioranza allargata, dobbiamo dare delle opportunità di crescita al nostro Paese. Il Ponte sullo Stretto è un’opera irrinunciabile per lo sviluppo socio-economico del Mezzogiorno che si riflette su tutta l’ Italia. Non riconoscerlo è un grave atto di miopia politica con conseguenze che purtroppo pagheremo noi nell’immediato e le nuove generazioni nel prossimo futuro. Nuove generazioni a cui bisogna dare la speranza e la fiducia di una ripresa vera. Si tratta di una rivoluzione culturale che può avvenire solo se ci crediamo. Oggi abbiamo stilato un documento condiviso, una sorta di Patto del Ponte che ci rende più forti e decisi a lavorare per il progetto “cantierato”. Non possiamo pensare che il Presidente Draghi e i ministri di competenza non comprendano l’immensità di quest’opera e per questo chiediamo ufficialmente un incontro dove i documenti e gli studi effettuati dovranno essere messi sul tavolo di discussione e di decisione”.

Ponte sullo Stretto di Messina, Vono: “la storia insegna che lo sviluppo dell’Italia parte dal Sud” [VIDEO]

La volontà parlamentare di costruire il Ponte sullo Stretto è significativa, lo dimostra il fatto che è intervenuto un rappresentante per ogni partito. In collegamento presente anche Giorgio Trizzino del Movimento 5 Stelle. “L’opera fa bene a tutta l’Europa – ha esordito – . E’ l’occasione per il Meridione di ripartire, bisogna investire sulle Regioni del Sud affinché diventino piattaforma per traffici grossissimi. I porti di Augusta, Gela, Reggio e tutti i commerci aerei, sarebbe un rilancio per tutti queste aree. Basta con inutili discussioni, uniamo le forze meridionali”. Successivamente, presente nell’aula consiliare, ha dato il suo intervento la deputata Enza Bruno Bossio (Pd) che ha rilasciato un discorso molto emozionante e sentito: “i colleghi Vono e Siclari hanno fatto un lavoro grandioso. Non era scontato che oggi arrivassimo con una discussione apertissima sull’attraverso stabile sullo Stretto. Se non ora quando, ormai si sente ripetere giustamente, non per la Calabria, non per la Sicilia, ma per tutto il Paese. Sento solo discussioni ideologiche, parliamo dell’inquinamento dei traghetti”.

Anche Tiziana Drago di Fratelli d’Italia è poi entrata nel collegamento: “grazie per aver creato l’intergruppo. Non possiamo isolare Calabria e Sicilia, basta dire di voler cambiare tutto per non cambiare niente. Il progetto del Ponte a campata unica è pronto, l’Italia sta spendendo per non costruire”. Infine sono intervenuti anche i membri delle associazioni, tra cui Confindustria Calabria, e diversi professori ed esperti, tra cui il Prof. Enzo Siviero, che hanno ricordato l’esistenza di un progetto pronto e cantierabile in poco tempo e dell’importanza del Ponte sullo Stretto per tutta l’area. L’esistenza del collegamento stabile tra Villa San Giovanni e Ganzirri garantirebbe il rilancio anche Porto di Gioia Tauro, perché la reale alta Velocità fino alla Sicilia e l’alta capacità ferroviaria cambierebbero completamente la visione dell’intero complesso. Insomma, basta perdere altro tempo, Calabria e Sicilia hanno atteso fin troppo, adesso è necessario battere i piedi e chiedere a gran voce quella che diventerebbe l’opera più grande e importante in Europa.

Ponte sullo Stretto, Siclari: “giornata storica, dove c’è lavoro non c’è criminalità” [VIDEO]

Ponte tra Villa e Messina fondamentale per l’Area dello Stretto, le dichiarazioni del Presidente Repaci [VIDEO]