fbpx

Vincenzo Nibali tra emozione e incertezze al Giro d’Italia: “non so come sto, ma è la corsa più bella”

vincenzo nibali giro d'italia Foto di Luca Zennaro/Ansa

Vincenzo Nibali pronto alla grande partenza del Giro d’Italia 2021 di sabato: le sensazioni dello Squalo a pochi giorni dal via dell’edizione 104 della Corsa Rosa

Si è svolta oggi, all’interno del Castello del Valentino, patrimonio dell’Unesco, a Torino, lo show di presentazione delle squadre e dei corridori che sabato saranno al via della 104ª edizione del Giro d’Italia. E’ salito sul palco anche Vincenzo Nibali, che solo pochi giorni fa ha confermato la sua partecipazione alla Corsa Rosa, dopo l’infortunio di meno di un mese fa a seguito di una caduta in allenamento a Lugano, dopo essere rientrato da un ritiro in altura a Tenerife. Il messinese si è sottoposto subito ad un intervento chirurgico e ha lavorato sodo per recuperare il più velocemente possibile per essere presente al Giro, ma non ha ancora avuto modo di testare la sua condizione fisica.

Le parole di Nibali

vincenzo nibali giro d'italia

Foto di Luca Zennaro/Ansa

Nelle interviste oggi a margine della presentazione, Vincenzo Nibali ha raccontato le sensazioni con le quali si avvicina alla grande partenza: “Non so come arrivo al Giro. Per me è stato importante riuscire ad essere presente. È stato un periodo molto difficile. Non so come sto di condizione, non so come sto. Sono rimasto fermo circa dieci giorni dall’infortunio. Ero tornato dal Teide e avevo fatto un paio di giorni di leggero scarico, avrei dovuto recuperare un po’ di energie per il Tour of the Alps. Da lì si è aggiunto l’infortunio, poi i giorni di recupero. Soltanto lunedì, con la visita di controllo, mi hanno detto che la placca non si è spostata. E le lastre di controllo andavano molto bene, e la frattura era in fase di guarigione. Quindi vediamo come partire in questo Giro d’Italia, che vivrò giorno per giorno. Non posso fare grandissimi proclami adesso“.

Per me è la gara più bella, mi dà grandissime emozioni“, ha concluso il ciclista siciliano della Trek Segafredo, che il Giro lo ha vinto nel 2013 e 2016.

Giro d’Italia 2021, dove seguire la Corsa Rosa: canali tv, piattaforme streaming e social