fbpx

Nuova eruzione dell’Etna: il vulcano dà spettacolo con fontane di lava dal cratere di sud-est

/

L’Etna torna a farsi sentire, registrato un incremento del tremore vulcanico nella notte

Nuova eruzione dell’Etna nella notte con fontane di lava dal cratere di Sud-est. Il parossismo si è concluso attorno alle 7 del mattino e la colata lavica, che si espandeva verso Sud-ovest, appare poco alimentata. La nuvola di cenere vulcanica si è dispersa verso Est.

Dal punto di vista sismico l’ampiezza del tremore vulcanico è in decremento, attestandosi attualmente su un livello medio. Le sorgenti del tremore sono localizzate in prossimità del Cratere di SE ad una quota di 2800-2900 m sopra il livello del mare. Il numero degli eventi infrasonici è basso. L’analisi dei dati clinometrici per l’evento parossistico ha mostrato variazioni in diverse stazioni, con valori massimi cumulati (pari a circa 1.0 microradianti) registrati alle stazioni sommitali. I dati della rete GNSS nelle ultime ore non hanno mostrato variazioni significative.
Precedentemente, dalle ore 00:21:40 UTC circa si è registrata una ripresa dell’attività stromboliana al CSE con emissione di cenere che si disperdeva in direzione E. Alle ore 00:34 l’attività si è intensificata ed è successivamente passata a fontana di lava. Dalle 02:25 si è osservata una piccola colata di lava che si attestava lungo il fianco del CSE, in direzione SO.