fbpx

Reggio Calabria, visita della sottosegretaria Nesci: il punto sul Gom, l’ospedale di Melito e le Case della salute di Scilla e Siderno

grande ospedale metropolitano reggio calabria

Gli incontri nella giornata di oggi con i commissari dell’Asp reggina Gianluigi Scaffidi e del Gom Iole Fantozzi

La sottosegretaria per il Sud e la coesione Dalila Nesci oggi a Reggio Calabria ha incontrato il commissario dell’Asp reggina Gianluigi Scaffidi con il quale è stato fatto il punto per il riavvio dell’iter per la realizzazione delle Case della salute di Scilla e Siderno, i cui lavori sono fermi da oltre un anno. Inoltre, come riporta l’agenzia DIRE, si è parlato anche dei concorsi per le assunzioni di personale di tutti i ruoli e profili, fermi da anni, come medici, infermieri ed operatori tecnici. “Per quanto riguarda l’ospedale di Melito Porto Salvo – ha precisato Nesci – il 29 aprile sono stati attivati 28 posti letto di degenza e 4 di terapia sub intensiva Covid dedicati. La realizzazione di tali posti è avvenuta in meno di dieci giorni a fronte delle lentezze pregresse. Tali posti consentono di ampliare l’offerta sanitaria per i pazienti Covid in sinergia con il Gom. Il commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria Gianluigi Scaffidi, che ringrazio per il lavoro che sta svolgendo con esperienza e coraggio – ha aggiunto la sottosegretaria – garantisce la massima attenzione e ha sottolineato che ove riscontrerà illegalità non esiterà a portarle a conoscenza degli organi competenti. Inoltre – ha concluso – so che insieme al commissario ad acta alla Sanità in Calabria Guido Longo si sta concertando un’attività specifica relativa all’accertamento del debito reale che abbiamo tutti priorità affinché venga definito e superato”.

Successivamente la sottosegretaria Dalila Nesci ha incontrato il commissario del Gom Iole Fantozzi“È stato realizzato un centro completamente dedicato all’emergenza Covid-19 all’interno del Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria. Dagli iniziali 30 posti letto Covid, di cui 20 per le Malattie infettive e 10 di Pneumologia, si è passati ad un totale di 106 mentre quelli di terapia intensiva sono aumentati da 14 a 26. Tutto questo con risorse proprie del Gom”. “La settimana scorsa – ha aggiunto – è stato inoltre realizzato, sempre con fondi del Gom, un punto vaccinale che inocula 600 vaccini al giorno ma che ha una potenzialità di oltre 1.800 vaccini al giorno. È poi in corso di attuazione l’importante riconoscimento del C.R.E.O. Calabria come IRCCS emato-oncologico, la cui procedura ha già ottenuto il parere positivo dei ministeri della Salute e dell’Economia e Finanza e che sta per essere conclusa con un decreto del commissario Longo”.