fbpx

Disastro al Mottarone, nella notte svolta nell’indagine: 3 arresti, “hanno ammesso di aver manomesso il freno”

Incidente mottarone

Funivia del Mottarone, svolta nell’indagine del disastro: “il freno è stato manomesso”, 3 arresti nella notte

E’ arrivata la svolta nella strage della funivia del Mattarone dove hanno perso la vita 14 persone. Tre persone sono state arrestate nella notte dopo un interrogatorio fiume: si tratta di Luigi Nerini, amministratore della società Ferrovie del Mottarone che gestisce la funivia, Gabriele Tadini, direttore del servizio ed Enrico Perocchio, caposervizio. Tutti e tre sono stati portati in carcere a Verbania intorno alle 4

Il procuratore di Verbania Olimpia Bossi chiarisce: “la cabina precipitata presentava il sistema di emergenza dei freni manomesso“. “Un gesto materialmente consapevole per evitare disservizi e blocchi della funivia, che da quando aveva ripreso servizio, presentava anomalie, gli indagati lo hanno ammesso”, sottolinea Bossi.