fbpx

Roland Garros, Naomi Osaka si ritira! Decisione shock: depressione, ansia e difficoltà mentali

Foto di Dave Hunt / Epa / Ansa

Naomi Osaka si ritira dal Roland Garros: dopo alcuni giorni di dure polemiche, la tennista giapponese vuota il sacco e lascia il torneo

Non parlerò con la stampa“. Quella di Naomi Osaka è stata una dichiarazioni che ha scatenato non poche polemiche già al primo giorno di Roland Garros. Sembrava quasi un affronto ai media (rischia la multa, ndr), un rifiuto nel dedicare del tempo a chi, per lavoro, ha il compito di dialogare con i giocatori, ne narra le gesta tanto in positivo quanto in negativo, contribuisce alla loro popolarità e a volte anche al loro declino. “Non rispettano la nostra salute mentale” aveva detto la tennista, domande scomode che non fanno che aggiungere ulteriore pressione. Una pressione che è finita per scoppiare. La giovane tennista asiatica ha preso la decisione di ritirarsi dal Roland Garros. La Osaka, 4 volte campionessa Slam a soli 23 anni, ha spiegato sui social il perchè del suo comportamento: un misto di ansia, depressione e difficoltà mentali nel sopportare la pressione intorno a sè. La necessità di prendersi addirittura una pausa dal tennis e dalle polemiche.

Ciao a tutti, questa non era una situazione che avevo immaginato o che volevo accadesse quando ho postato sui social alcuni giorni fa. Penso adesso che la cosa migliore per il torneo, per le altre giocatrici e la mia salute sia quella di ritirarmi così tutti potranno tornare a concentrarsi sul tennis che si sta svolgendo a Parigi. Non ho mai voluto essere una distrazione e accetto che il mio timing nel rilasciare quelle dichiarazioni non sia stato l’ideale e che il mio messaggio potesse essere espresso in maniera più chiara. Ancor più importante, non ho mai preso alla leggera la salute mentale o usato il termine con leggerezza. La verità è che ho sofferto di un lunghi periodi di depressione dall’US Open 2018 e ho avuto molte difficoltà a conviverci. Tutti quelli che mi conoscono, sanno che sono introversa, e chiunque mi abbia visto in un torneo avrà notato che uso delle cuffie che permettono di attutire la mia ansia sociale. I media del tennis sono sempre stati gentili con me (e voglio scusarmi specialmente con quei giornalisti bravi che potrei aver offeso), non sono una persona che ha una dote naturale per parlare in pubblico e ho delle forti scariche d’ansia prima di parlare con i media di tutto il mondo. Dunque qui a Parigi mi sentivo vulnerabile e ansiosa, quindi ho pensato di preservare la mia salute e saltare le conferenza stampa. L’ho annunciato in anticipo perchè ho la sensazione che le regole siano un po’ obsolete in alcune parti e l’ho voluto sottolineare. Ho scritto in forma privata al torneo per scusarmi dicendo che sarei stata più che felice a parlare con loro dopo il torneo perchè gli Slam sono molto intensi. Mi prenderò un po’ di tempo lontano dal campo di gioco adesso, ma al momento giusto vorrei lavorare insieme al Tour per discutere i modi in cui possiamo migliorare le cose per i tennisti, la stampa e i fan. Spero comunque che tutti voi vi sentiate bene e in salute, vi amo ragazzi, ci vedremo quando ci vedremo“.