fbpx

La Salernitana prepara la festa per la A, ma Gravina ribadisce: “Lotito non può avere due squadre, pena esclusione dal campionato”

lotito salernitana Foto di Riccardo Antimiani / Ansa

“Il presidente Lotito ha goduto di una deroga di 10 anni fa, già da allora tutti sapevano cosa sarebbe successo”, spiega il presidente della Figc

La Salernitana si prepara alla festa, l’appuntamento con la Serie A è lontano soltanto 90 minuti. Il presidente Claudio Lotito potrebbe quindi presto trovarsi con due club di proprietà in massima serie. Oltre alla Lazio, infatti, ci sarebbe la squadra granata che, in caso di vittoria nel pomeriggio contro il Pescara già retrocesso, raggiungerebbe il club capitolino. Una situazione di conflitto, come ha spiegato il presidente della Figc Gabriel Gravina, intervenuto a a Radio Anch’Io Sport su Rai Radio 1. “Noi abbiamo un articolo chiaro non consente le partecipazioni o le situazioni di controlli in via diretta o indiretta di due club nel mondo professionistico”, ha detto riferendosi all’articolo 7 comma 8 dello statuto federale. Gravina ha spiegato che “il presidente Lotito, la Salernitana, ha goduto di una deroga di 10 anni fa, già da allora tutti sapevano cosa sarebbe successo. Grande auguri a questo storico club, ma le regole sono regole e in caso di promozione il controllo del club non può essere mantenuto pena la mancata partecipazione al campionato”.