fbpx

Da Messina Denaro a Cubeddu: ecco l’elenco dei latitanti più pericolosi

messina_denaro

La lista, nata (e poi sempre aggiornata) nel luglio 1992, ha annoverato stabilmente 30 latitanti fino al 2009

In Italia l’elenco dei latitanti di massima pericolosità è una lista redatta dal Gruppo integrato interforze per la ricerca dei latitanti più pericolosi della Direzione centrale della polizia criminale nell’ambito del Programma speciale di ricerca e include gli esponenti di primo piano delle varie consorterie criminali. Di ognuno di loro viene fornita, oltre a una foto segnaletica e alle generalità, anche una generica indicazione dei reati per cui sono ricercati, con l’anno a partire dal quale si sono iniziate le ricerche. La lista, nata (e poi sempre aggiornata) nel luglio 1992, ha annoverato stabilmente 30 latitanti fino al 2009: infatti, quando un latitante veniva catturato e quindi rimosso, veniva automaticamente sostituito con un altro criminale ancora ricercato, proveniente da una lista ‘cadetta’ di 100 nominativi.

“L’iniziativa – si legge sul sito del ministero dell’Interno – è volta a stimolare lo spirito di collaborazione della collettività con le forze di polizia nel settore della ricerca di pericolosi malviventi”. Alla data del 24 maggio 2021, la prima parte dell’elenco elenco è così composto: Matteo Messina Denaro, ricercato dal 1993, deve scontare l’ergastolo. Giovanni Motisi, ricercato dal 1998, deve scontare l’ergastolo. Attilio Cubeddu, ricercato dal 1997, deve scontare 30 anni in via definitiva. Graziano Mesina, ricercato dal 2020, deve scontare 30 anni in via definitiva. Renato Cinquegranella, ricercato dal 2002, deve scontare l’ergastolo. Raffaele Imperiale, ricercato dal 2016, deve scontare 8 anni e 4 mesi.