fbpx

“Reggina, un sogno chiamato Serie A”: il libro di Igor Colombo è andato a ruba. L’autore domani è a Reggio: “Ben lieto di ricevere la visita di Gallo”

reggina un sogno chiamato serie A

Il libro di Igor Colombo “Reggina, un sogno chiamato Serie A” è andato a ruba ad un mese dall’uscita: l’autore sarà a Reggio Calabria domani

Ad un mese esatto dall’uscita nelle librerie di “Reggina, un sogno chiamato serie A” edito da Città del Sole , l’autore , Igor Colombo nella giornata di domani sabato 22 maggio, sarà a Reggio Calabria per un evento organizzato dalla stessa casa editrice in collaborazione con alcuni esercenti della città.

Libro Reggina Igor ColomboL’iniziativa viene spiegata dallo stesso scrittore ed autore del volume il quale dichiara: “Nella giornata di domani sabato 22 maggio sarò presente davanti a due edicole librarie della città per firmare le copie del mio ultimo libro. Dalle ore 11 sarò in Piazza Castello davanti l’edicola Cogliandro, mentre nel pomeriggio mi sposterò nella centralissima piazza Duomo. Il romanzo sta andando già benissimo in questa primo mese, nella città in cui risiedo Lamezia Terme è già andato esaurito nelle librerie, mentre a Reggio Calabria , dove ovviamente l’attenzione è maggiore sta andando a ruba. Sarà un occasione questa per mettere la mia dedica al libro di tutti coloro i quali lo hanno già acquistato o lo acquisteranno ed in più sarò felicissimo di scambiare idee ed opinioni dal vivo coi tifosi amaranto. Nella settimana scorsa ho provveduto ad inviare copie omaggio del libro al sindaco della città , Giuseppe Falcomatà ed al presidente della Reggina 1914 , Luca Gallo. Sarò ben lieto nella giornata di domani ricevere anche la loro visita , compatibilmente coi loro impegni, nei presidii qui elencati ed invito tutti gli sportivi e tifosi amaranto a presentarsi perché mai come in questo periodo nella bella città dello stretto sto conoscendo tante belle persone, tutte animate come me, dalla passione per la maglia amaranto. Un tifo che nel libro il protagonista Giorgio non manca di sviscerare , raccontando i dieci anni più sofferti ed incredibilmente belli che dalla delusione dello spareggio perso a Pescara nel 1989, ci hanno separato dal trionfo giunto il 13 giugno del 1999″.