fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Paccheri agli asparagi e vongole

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione dei paccheri agli asparagi e vongole

Sfiziosa alternativa ai classici spaghetti con le vongole i paccheri agli asparagi e vongole abbinano questi ortaggi primaverili dal gusto dolce-amaro ai frutti di mare e regalano un primo piatto cremoso e pronto in pochissimo tempo! 

Difficoltà: facile

Preparazione: 15 minuti

Cottura: 20 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: medio

INGREDIENTI

500 gr. di asparagi

320 gr. di paccheri

500 gr. di vongole

1 spicchio d’aglio

Olio extravergine di oliva, sale e pepe

Preparazione

Pulite gli asparagi eliminando le parti dure del gambo e tagliate a rondelle quelle tenere, lessateli per qualche minuto e passateli sotto l’acqua fredda. Sciacquate le vongole e versatele in padella dopo aver fatto rosolare uno spicchio d’aglio nell’olio caldo. Appena saranno aperte spostatele e tenetele da parte. Nella stessa padella rosolate gli asparagi aggiungendo un filo d’olio, un pizzico di sale e di pepe ed al termine frullateli col mixer per ottenere la crema con cui condire la pasta. Cuocete i paccheri in abbondante acqua salata e scolateli al dente, quindi saltateli con la crema di asparagi e mantecateli eventualmente con un po’ di acqua di cottura della pasta aggiungendo infine anche le vongole.

Conservazione

I paccheri agli asparagi e vongole si consumano subito.

Curiosità e benefici di questo piatto

Ortaggi dal gusto particolare gli asparagi sono consumati da oltre 2000 anni e le prime ricette conosciute risalgono all’antico Egitto. Sembra che la loro coltivazione sia iniziata in Mesopotamia per poi diffondersi in tutto il Mediterraneo. Il loro nome, che deriva dal latino asparagus e significa “germoglio”, è dovuto sia alle proprietà curative capaci di rigenerare il corpo che alla parte mangiabile che si trova, appunto, nella parte alta del germoglio. Presenti sulle tavole degli imperatori romani che avevano fatto costruire apposite navi, dal nome “asparagus”, per la loro raccolta, questi ortaggi preziosi sono ipocalorici e diuretici, ricchi di minerali e vitamine come l’acido folico. Gli asparagi selvaggi calabresi crescono spontaneamente nelle campagne, sono più sottili ed amari ma particolarmente graditi e si consumano sotto forma di conserve sott’olio o in ricche frittate consumate durante la Pasquetta insieme ad altri squisiti prodotti come le soppressate, le fave ed il pecorino. Un mix davvero prezioso quello degli asparagi con le vongole, molluschi gustosi, leggeri e digeribili oltre che energizzanti grazie alle proteine nobili ed ai sali minerali che racchiudono.

Consiglio della zia

Potete aggiungere al condimento di questa pasta i pomodorini pachino dopo averli rosolati in padella con uno spicchio d’aglio ed un filo di olio.