fbpx

Personaggi storici messinesi: chi era il pittore Giacomo Conti

ritratto di giacomo conti Ritratto di Giacomo Conti

Nuovo appuntamento di StrettoWeb con i personaggi che hanno fatto la storia di Messina: oggi è la volta del pittore Giacomo Conti

L’appuntamento settimanale di StrettoWeb con i personaggi storici più importanti di Messina ci porta oggi ad approfondire la vita di Giacomo Conti, pittore accademico nato nella città dello Stretto ma molto attivo anche nel centro Italia.

Personaggi storici messinesi: la biografia di Giacomo Conti

Nato nel 1813, già giovanissimo iniziò a formarsi da Letterio Subba, prima di spiccare il volo e lasciare il Sud a 21 anni. Dotato di pensione municipale, si trasferì prima a Napoli, come allievo di Carlo De Falco, e poi a Roma, presso l’Accademia di San Luca e sotto la guida di Francesco Podesti e Francesco Coghetti. Dopo due anni, nel 1836, tornò a Messina, lavorando come ritrattista e illustratore. In questo periodo sono da segnalare la sua partecipazione all’esposizione artistica organizzata dall’Accademia Peloritana nel 1839, l’esecuzione di un’Addolorata nel 1840 e il contributo alla realizzazione di disegni per le feste dell’Assunta nel 1842.

ritratto di giacomo conti

Ritratto di Giacomo Conti

L’anno successivo, dopo quasi un decennio dal suo ritorno in Sicilia, lasciò nuovamente l’isola per studiare all’Istituto di Belle Arti di Siena, diretto da Francesco Nenci. Con lui si formò ancor di più dal punto di vista artistico, specificandosi in determinate tecniche e allineandosi alla pittura storica e letteraria, che preferiva a quella paesaggistica. E dimostrò questa sua linea pittorica consolidata anche in alcune opere, come l’Arsete d’Etiopia, con cui vinse nel 1845 il concorso triennale dell’Accademia senese. Dal 1850 si stabilì definitivamente in Toscana, soprattutto a Firenze, con cui proseguì e sviluppò i suoi lavori, continuando a ricevere importanti riconoscimenti, come ad esempio la nomina di ispettore delle Regie Gallerie per l’Ufficio esportazione di oggetti d’arte conferitagli nel 1877. Morì a Firenze nel 1888.

Personaggi storici messinesi: le opere di Giacomo Conti

  • il buon samaritano giacomo conti

    La parabola del Buon Samaritano

    Figura virile, Archivio dell’Accademia Nazionale di San Luca;

  • Arsete Eunuco d’Etiopia, Soprintendenza Siena;
  • Il martirio di San Sebastiano, Accademia di Belle Arti di Carrara;
  • Il martirio di San Sebastiano, basilica minore di San Sebastiano di Barcellona Pozzo di Gotto;
  • La Samaritana al Pozzo, Accademia di Belle Arti di Carrara;
  • La parabola del Buon Samaritano, Chiesa della Medaglia Miracolosa a Messina;
  • Ritratto di Giovanni Capece Minutolo Principe di Collereale, Casa di ospitalità “Collereale” a Messina;
  • La danza delle Ore o delle stagioni, Circolo della Borsa a Messina;
  • La danza delle Ore o delle stagioni, Collezione privata a Messina