fbpx

Davide Malizia e Conpait, nasce ‘Regno delle due Sicilie’: il dolce al Bergamotto di Reggio che unisce Calabria e Sicilia prima del Ponte sullo Stretto

Davide Malizia svela a StrettoWeb i retroscena sulla creazione del ‘Regno delle due Sicilie’: il dolce al Bergamotto di Reggio Calabria che unisce Calabria e Sicilia

Reggio Calabria custodisce gelosamente un tesoro unico, l’agrume per eccellenza in grado di conquistarsi il soprannome di ‘Principe degli agrumi’: il famoso e apprezzato Bergamotto di Reggio Calabria. Una vera e propria gemma che arricchisce il patrimonio culturale e culinario della città dello Stretto, in grado di sorprendere anche veri e propri esperti del settore come Davide Malizia. ‘Campione del mondo di zucchero artistico Rimini 2013’, ‘Campione del mondo di pasticceria 2016’, ‘Miglior artista al mondo zucchero 2020’, Davide Milizia ha deciso di rivisitare un suo famoso dolce utilizzando proprio il Bergamotto di Reggio Calabria che ne ha dato una freschezza e un gusto tutto nuovo!

Davide Malizia, da ‘La Siciliana’ al ‘Regno delle due Sicilie’: quando il Bergamotto di Reggio Calabria fa la differenza

corso pasticcere davide maliziaIl famoso pasticcere nato a Roma, ma con origini di Caltagirone, ha omaggiato la Sicilia con il dolce ‘La Siciliana‘. Successivamente, una volta apprezzato a pieno il gusto del Bergamotto di Reggio Calabria, ha deciso di rivisitare la ricetta creando il dolce ‘Regno delle due Sicilie‘. Ai microfoni di StrettoWeb, Davide Malzia ne racconta la genesi: “ho rivisitato un dolce che facevo già da tempo, ‘La Siciliana’. È a base di pere e pralinato di mandorla, poi abbiamo aggiunto del Bergamotto, un agrume straordinario che mi ha fatto conoscere Davide Destefano, che gli ha dato una spinta molto forte a livello di profumazione e acidità. Ho messo insieme questi sapori molto delicati, danno un gusto estremamente tipico del Sud fra agrumi e mandorle, è eccezionale!“.

Mentre la politica italiana discute tanto del Ponte sullo Stretto, basta una fetta di torta ad unire Calabria e Sicilia in un abbraccio squisito di ingredienti scelti sapientemente fra le due Regioni. Davide lo definisce “un dolce che mette tutti d’accordo nell’estremo Sud“.

Sfruttando le conoscenze di un grande artista della pasticceria come Davide, gli abbiamo chiesto inoltre in che modo può essere usato in pasticceria il Bergamotto di Reggio Calabria. “È un agrume molto particolare, ha varie sfaccettature, va lavorato bene altrimenti potrebbe avere un effetto contrario presentando un gusto un po’ troppo ‘saponato’. – spiega DavideVa usato in modo lieve perchè ha una profumazione molto spiccata. O anche nelle canditure: con le giuste tecniche si fanno dei canditi straordinari di Bergamotto. Se ho intenzione di usarlo in futuro? Perchè no! È un prodotto italiano, non son mica francese io! (ride)“.

Davide Malizia porta la sua filosofia a Reggio Calabria: una pasticceria al passo con i tempi

Ho avuto modo di visitare la città di Reggio Calabria fino ad un certo punto a causa delle restrizioni (la Calabria era ancora in zona arancione, ndr). Ho visto comunque che c’è una bella atmosfera e una bella accoglienza tipica del Sud“, racconta Davide Malizia. Il famoso pasticciere ha tenuto un importante corso di formazione in riva allo Stretto presso la scuola Conpait, con la collaborazione di Davide Destefano e Angelo Musolino, nel quale ha esposto la propria idea di pasticceria moderna ma che rispetta la materia prima.

corso pasticcere davide maliziaAbbiamo fatto un corso di pasticceria con dei pasticcieri di Reggio Calabria. Due giorni prima ne abbiamo fatto un altro a Rende (Cosenza), sono stato tutta la settimana in Calabria. – sottolinea DavideAbbiamo visto quella che è la mia filosofia di pasticceria: molto razionale, dal gusto estremamente tondo, rispettando i prodotti al massimo della loro qualità e cercando di far comprendere ai pasticcieri che la formazione è evoluzione. Aggiornarsi, continuare a sviluppare nuove tecniche è la base per poi migliorare nei propri negozi. La pasticceria è come la tecnologia, tutto va di pari passo. Però non dobbiamo focalizzarci solo sul cellulare, che ne compriamo uno al mese in base a quelli che escono. È uguale in pasticceria: ogni mese esce un ingrediente nuovo, una tecnica nuova, bisogna stare al passo con i tempi“.